Cerca

Se lo dice lui...

Herman Van Rompuy: "L'Europa non deve difendere solo gli affaristi"

Herman Van Rompuy

L'Unione Europea "deve cambiare rotta". E' "urgente" ed "essenziale" che la Ue sia "protettiva non solo degli affaristi, ma anche degli impiegati e dei lavoratori, non solo quelli con i diplomi e che sanno le lingue ma di tutti i cittadini". Un duro attacco a Bruxelles a Strasburgo, dunque. Ma da parte di chi? Di un pericoloso no-global? O forse di un Farage, un Grillo, di una Le Pen? Oppure di un Berlusconi, di un Salvini o di un Vendola? No, nessuno di loro. La firma in calce alla critica al Vecchio Continente è del presidente del Consiglio Europeo, Herman Van Rompuy. Il belga, insomma, ha detto chiaro e tondo che l'Europa deve cambiare rotta. E che lo deve fare subito, perché - ipse dixit - "protegge solo gli affaristi". E se lo dice lui...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    05 Giugno 2014 - 08:08

    Più guardo questa faccia di m**da e più mi convico assomigli al mostriciattolo del film"Il Signore degli Anelli" fate voi.

    Report

    Rispondi

  • cla61

    31 Maggio 2014 - 00:12

    Cos'è ci prende in giro???

    Report

    Rispondi

  • claudionebridio

    30 Maggio 2014 - 09:09

    Forse Van Rompuy sta collegando ora la rivolta contro gli eurocrati alle elezioni, alla terrificante reprimenda che Farage gli aveva fatto, accusandolo direttamente (era lì, seduto a pochi metri da lui, assieme a Shultz) di avere provocato con un golpe bianco l'allontanamento di Berlusconi per sostituirlo con uno dei principali scagnozzi dei banchieri massoni e della Merkel: Mario Monti.

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    30 Maggio 2014 - 08:08

    Ma guarda caso. Ci volevano le elezioni per capire a questo ammasso di politici falliti, ladri incompetenti che il popolo europeo ne ha le palle piene di loro imbecilli totali.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog