Cerca

Se lo dice lui...

Herman Van Rompuy: "L'Europa non deve difendere solo gli affaristi"

7
Herman Van Rompuy

L'Unione Europea "deve cambiare rotta". E' "urgente" ed "essenziale" che la Ue sia "protettiva non solo degli affaristi, ma anche degli impiegati e dei lavoratori, non solo quelli con i diplomi e che sanno le lingue ma di tutti i cittadini". Un duro attacco a Bruxelles a Strasburgo, dunque. Ma da parte di chi? Di un pericoloso no-global? O forse di un Farage, un Grillo, di una Le Pen? Oppure di un Berlusconi, di un Salvini o di un Vendola? No, nessuno di loro. La firma in calce alla critica al Vecchio Continente è del presidente del Consiglio Europeo, Herman Van Rompuy. Il belga, insomma, ha detto chiaro e tondo che l'Europa deve cambiare rotta. E che lo deve fare subito, perché - ipse dixit - "protegge solo gli affaristi". E se lo dice lui...

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    allianz

    05 Giugno 2014 - 08:08

    Più guardo questa faccia di m**da e più mi convico assomigli al mostriciattolo del film"Il Signore degli Anelli" fate voi.

    Report

    Rispondi

  • cla61

    31 Maggio 2014 - 00:12

    Cos'è ci prende in giro???

    Report

    Rispondi

  • claudionebridio

    30 Maggio 2014 - 09:09

    Forse Van Rompuy sta collegando ora la rivolta contro gli eurocrati alle elezioni, alla terrificante reprimenda che Farage gli aveva fatto, accusandolo direttamente (era lì, seduto a pochi metri da lui, assieme a Shultz) di avere provocato con un golpe bianco l'allontanamento di Berlusconi per sostituirlo con uno dei principali scagnozzi dei banchieri massoni e della Merkel: Mario Monti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media