Cerca

Trieste

Michele Romeo, il professore di liceo trans: fa lezione vestito da donna

Michele Romeo, il professore di liceo trans: fa lezione vestito da donna

Il professor Michele Romeo, un insegnante di matematica e geometria del liceo Oberdan di Trieste, sta facendo parlare di sé per una sua scelta quantomeno "insolita". Come riporta Alberto Dandolo per Dagospia, questo docente si presenta in classe vestito da donna, con tanto di tacchi a spillo. Il nome è rimasto lo stesso, ma dopo il coming out di 5 anni fa, Michele parla di sé al femminile."Trovo importante che se ne parli - ha dichiarato in un'intervista al Piccolo di Trieste -, che il mio caso abbia sollevato delle discussioni. La gente deve conoscere, imparare. Spero serva anche a tutte quelle persone che vivono di nascosto e con sofferenza una situazione simile alla mia".

La storia - Mentre molti genitori degli studenti stanno facendo pressioni alla direzione dell'istituto affinché il professori indossi abiti maschili almeno durante le lezioni con i loro figli, lui difende la sua scelta e si dice fiero del traguardo raggiunto e risponde così: "Voglio dire loro che se dovessero per caso avere un figlio che manifesti una diversità, condannarlo per ciò che lui desidera essere equivarrebbe a negare che madre natura abbia voluto crearlo in quel modo. E invece - continua - non si può impedire alla natura di esprimersi liberamente. Ai genitori dico: sforzatevi di istruirvi sul funzionamento del corpo umano prima di giudicare gli aspetti esteriori. Ne rimarrete esterrefatti e capirete che non c'è nulla di più normale per un essere vivente che esprimersi per ciò che sente e si sente, nel rispetto altrui".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giamburrasca47

    01 Giugno 2014 - 12:12

    Credo che un transessuale possa essere un insegnante e manifestarlo apertamente. Diverso è se la persona intende imporre agli studenti il suo legittimo orientamento. Non capisco però quest'avversione di alcuni di voi verso i transessuali. Visto che si tratta di una malattia, discriminarli non è equiparabile a discriminare un malato qualunque?

    Report

    Rispondi

    • keropiboy

      12 Giugno 2014 - 19:07

      prova a dirlo a loro che é una malattia... cmq, a casa mia, le malattie si curano se possibile.

      Report

      Rispondi

  • arck76

    01 Giugno 2014 - 11:11

    Secondo la sua logica allora, dovremmo seguire il corso della natura. Perchè allora vietare le unioni e i matrimoni omosessuali, oppure tra adulti e bambini, o tra uomo e animale, o ancora meglio perchè unione di "due" persone e non tre o quattro oppure sei? Chi lo stabilisce il limite? IO NON SONO D'ACCORDO.

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    31 Maggio 2014 - 13:01

    Che cesso di trans!!

    Report

    Rispondi

  • routier

    31 Maggio 2014 - 08:08

    Ogni scelta personale deve essere libera da condizionamenti sociali. Anche la mia di cambiare scuola a mio figlio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog