Cerca

I dati

Studi di settore, gioiellieri e baristi dichiarano meno di 20 mila euro

Studi di settore, gioiellieri e baristi dichiarano meno di 20 mila euro

O è stato un 2012 magrissimo, o alla dichiarazione dei redditi manca qualcosa. Si parla di alcune categorie che non ci si aspetta così "povere", come orefici, gioiellieri, parrucchieri, ma anche agenti immobiliari, albergatori, tassisti e baristi. Secondo i dati diffusi dal Ministero dell'Economia sugli studi di settore, quelle categorie non arrivano a dichiarare più di 20 mila euro in un anno. Se la cavano i farmacisti con 90 mila euro e certo non possono lamentarsi i notai che hanno dichiarato 223 mila euro come reddito medio.

Incapienti - Non possono neanche essere tassati i commercianti nel settore calzature, abbigliamento e giocattoli che nel 2012 hanno dichiarato meno di 8 mila euro. Va un po' meglio a sarti, estetiste, profumieri e corniciai che si attestano sui 10 mila euro di reddito.

Tre volte in meno del capo - Il reddito dichiarato dei datori di lavoro, nel casi di persone fisiche, è pari a 31.303 euro, tre volte quello dichiarato dai propri dipendenti. Il divario è più forte nel settore delle attività professionali, dove chi guida la baracca dichiara cinque volte il reddito dei propri addetti, il rapporto è di due a uno nel settore industria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 19gig50

    31 Maggio 2014 - 20:08

    Studi di settore. Una presa per il culo per coloro che le tasse le pagano davvero. Chi gli ha progettati è un ladro incallito.

    Report

    Rispondi

  • updown97

    31 Maggio 2014 - 16:04

    Propongo la loro iscrizione all'elenco dei poveri, sollecitando l'intervento della pubblica assistenza per alleviare un simile stato di indigenza.

    Report

    Rispondi

    • fausta73

      31 Maggio 2014 - 17:05

      Io temo che renzi alzi le tasse a chi non può evadere ( dunque sempre ai soliti dipendenti e pensionati) per dare 80 euro ai gioiellieri e ai vari evasori

      Report

      Rispondi

blog