Cerca

Aguzzino

Roma, padre pedofilo condannato a 12 anni di carcere

Roma, padre pedofilo condannato a 12 anni di carcere

Una storia orribile, una storia di pedofilia. A renderla ancor più turbante il fatto che l'aguzzino sia il padre, la vittima la figlia di otto anni, che si fidava di lui. Così piccola da non riuscire a opporsi e da non riuscire nemmeno a chiedere aiuto alla madre. "Non dire alla mamma del gioco del dottore", le diceva il papà orco. "Un segreto è un segreto, si deve restare muti", si raccomandava il pedofilo, un informatico incensurato, di 43 anni, che ora dovrà scontare 12 anni di carcere.

La vicenda - A lungo l'uomo non potrà uscire dal braccio protetto di Regina Coeli, dove è stato rinchiuso. Il pedofilo godrà dei benefici del rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena: il pm Francesco Scavo aveva chiesto otto anni di carcere, ma il gip Valerio Savio gliene ha affibiati quattro in più. In aula, l'imputato, non aveva quasi modo di divendersi. Si è giustificato così: "Sapevo che stavo facendo una cosa sbagliata, ma non riuscivo a fermarmi". Ad incastrarlo cinque video: il padre pedofilo aveva una collezione di clip, una videoteca segreta nascosta in file criptati sul suo computer in cui si vedevano le immagini degli orrori sulla figlia.

La scoperta - L'uomo è stato incastrato nell'ambito di un'inchiesta nazionale su una rete di pedofili che si scambiavano file video: in casa l'uomo aveva circa 300 video, tutti sequestrati. Quando gli inquirenti li hanno visionati per accertarne l'origine hanno scovato alcune clip in cui l'uomo stesso era ritratto con la figlia, molto piccola. Così il fascicolo è stato trasmesso per competenza alla Procura di Roma, che nelle ulteriori immagini ha scoperto che la piccola ritratta nei video era sua figlia. Gli abusi dell'informatico romano sono stati compiuti fino ad un anno fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aldopastore

    02 Giugno 2014 - 22:10

    Appello ai detenuti di tutte le Carceri italiane. :<<...Sappiatelo "accogliere".....>>....Per chi si macchia di questi delitti , per i quali andrebbe modificata la pena in ergastolo, a prescindere, non ci deve essere pietà. I bambini non si sfiorano nemmeno. E la madre dormiva?

    Report

    Rispondi

  • corto lirazza

    02 Giugno 2014 - 15:03

    In una comoda cella con otto o dieci mafiosi "per bene". Dopo anche lui non lo dirà alla mamma....

    Report

    Rispondi

  • fracar52

    02 Giugno 2014 - 00:12

    Caro pedofilo, come ti capisco. Vieni, vieni da me. Pero' non dire al Giudice di questo giochino che facciamo perche' in Italia non l'hanno ancora autorizzato. Adesso facciamo il gioco della vittima e del boia. A me piace la parte del boia! Adesso io ti taglio una mano e poi le balle, ma vedrai che vivrai bene lo stesso. Mi raccomando non dirlo a nessuno e vedrai che quel vizietto ti passa!

    Report

    Rispondi

blog