Cerca

Le reazioni

Arresti Mose, Toti (Forza Italia): "Spero che i magistrati ci siano andati coi piedi di piombo, ci sono i ballottaggi..."

Arresti Mose, Toti (Forza Italia): "Spero che i magistrati ci siano andati coi piedi di piombo, ci sono i ballottaggi..."

"Non possiamo ancora dare una lettura politica. Mi auguro che i magistrati abbiano agito con tutte le tutele del caso, visto che siamo anche alla vigilia di importanti ballottaggi in tutta Italia": così il consigliere politico di Forza Italia Giovanni Toti interviene a caldo sugli arresti per corruzione, concussione e riciclaggio ordinati dalla Procura di Venezia sugli appalti per il Mose, durante la trasmissione Agorà su Rai3. Il neo-eletto europarlamentare spiega: "Come fu per l'Expo prima delle Europee, inchieste come queste stanno piombando in tutta Italia. Premesso questo, i magistrati facciano il loro lavoro. Io di tutto ciò non ne ho nessuna consapevolezza: se qualcuno ha rubato, la magistratura faccia serenamente il suo lavoro fino in fondo, e speriamo che ripulisca l'ambiente il più possibile, vale per il Mose e ancor più per l'Expo. Si tratta tra l'altro di due operazioni con grande visibilità anche all'estero, motivo per cui spero che la magistratura abbia ponderato bene quanto sta facendo, perché se c'è qualcuno che ha fatto i propri interessi è giusto che vada in galera e ci vada il prima possibile. Ma è altrettanto evidente che queste operazioni minano quasi la nostra credibilità di sistema Paese in un momento già difficile. Spero che tutti si siano mossi con i piedi di piombo e la dovuta attenzione, e che gli arresti non ritardino né la fine del Mose né blocchino l'Expo su cui contiamo per alcuni punti di Pil nel prossimo anno".

Il commento di Matteoli - "Ho ricevuto un avviso di garanzia. E senza nemmeno leggere le carte ho dato mandato al mio  avvocato perché richieda al più presto un incontro con i magistrati. Voglio essere ascoltato al più presto dal Tribunale dei ministri, perché non ho nulla da nascondere e non ho commesso alcuna irregolarità. Francamente, sono sereno: ho svolto alcune ricognizioni su quanto fatto e non è emerso nulla. Non devo rispondere di alcunché. Per questo, e il mio avvocato ha già fatto richiesta, voglio essere sentito al più presto. Prima sarà e meglio sarà". Si difende così l'ex ministro Altero Matteoli, contattato dall'agenzia di stampa Adnkronos. I fatti contestati all'onorevole di Forza Italia risalgono al periodo in cui il senatore di Forza Italia era ministro all'Ambiente e alle Infrastrutture del governo Berlusconi. Il suo nome emergerebbe dalle deposizioni di altri indagati. A riguardo dalla Procura di Venezia è massimo riserbo. Il fascicolo contenente gli elementi che chiamano in causa l'ex ministro sono stati trasferiti appunto al tribunale dei ministri che si sostituisce all'indagine dei colleghi, per poi decidere in materia.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    09 Giugno 2014 - 13:01

    Attento al piombo sulla testa, Toti. Ma stai traqnquillo: le sconfitte di FI vengono commentate comne vittorie.

    Report

    Rispondi

  • Joachim

    05 Giugno 2014 - 10:10

    Ero convinto che tutti deputati dir/ind. fossero dei parassiti e che vivessero alle spalle degli Italiani e che hanno solo saputo fare danni all'economia italiana oltre a creare debito pubblico. Mi sbagliavo perche' una grande maggioranza era patentatamente ladra in conformità con l'ego di ogni individuo ecco perchè un parlamento deve essere apolitico e composto di solo 100 unità. No EU/NO €.

    Report

    Rispondi

  • alfa553

    05 Giugno 2014 - 06:06

    E arrivato san Clotilde in spezin.

    Report

    Rispondi

  • carlo1956

    04 Giugno 2014 - 18:06

    Caro Toti da credente elettore di destra dico che sotto la bandiera di Forza Italia si son riparati innumerevoli lestofanti gettando fango sul suo fondatore e su tutti noi elettori quindi è necessario che a seguito indagini vere ed altrettanto leali coloro che risultano responsabili vengano estromessi dal partito e scontino la dovuta pena. Ciò lo chiedo a nome di tutti gli onesti elettori di cdx

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog