Cerca

L'editoriale

I mostri della Laguna

5 Giugno 2014

7

Sono pronto a scommettere che dopo gli arresti di Venezia il governo darà un giro di vite alle norme anti-corruzione. Ciò che è emerso dalle acque limacciose della laguna - ossia i traffici che per lunga data hanno coinvolto destra e sinistra, controllati e controllori, finanziatori e finanzieri - convinceranno il governo a fare quello che di solito si fa in questi casi e cioè una nuova legge contro le tangenti, delegando il tutto al super commissario alla legalità. Così l'opinione pubblica sarà contenta e tutti potranno tornare ad occuparsi di ciò di cui si occupavano prima, mazzette comprese. Del resto questo è successo con l'Expo e, prima ancora, con altri scandali. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale integrale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    05 Giugno 2014 - 14:02

    Non sarà tutto come prima, per sua sfortuna, Belpietro. Fino a due anni fa il 40% degli italiani erano convinti (grazie a voi della propaganda) che la corruzione, frutto della fantasia perversa di giudici comunisti, fosse usata come scusa per perseguitare politici onesti che lavoravano per il bene dell’Italia. Ora si stanno accorgendo che è stata il leitmotiv del ventennio. Ve la faranno pagare!

    Report

    Rispondi

  • cheope

    05 Giugno 2014 - 12:12

    Venezia affonda ormai da almeno 30 anni, tanti anni fa quando si andava a Venezia c'era tutto un fiorire di iniziative intitolate "Salviamo Venezia" dove, per salvarla s'intendeva dall'acqua alta,ma quelli che conoscevano bene Venezia sapevano già che i soldi raccolti , sarebbero andati a finire chissà dove. Quindi non mi stupisco per nulla che siano saltate fuori le solite mazzette, per il Mose.

    Report

    Rispondi

    • angela_calcagno

      18 Giugno 2014 - 13:01

      chi ha ucciso la piccola Yara deve essere ucciso come Yara

      Report

      Rispondi

  • gigi0000

    05 Giugno 2014 - 09:09

    Siamo bravissimi ad emanare nuove leggi per ogni problema, dimenticando che le leggi già ci sono e che manca soltanto la loro vera applicazione, unitamente ad un vero controllo. La verifica dell'operato della pubblica amministrazione non può essere affidato ai soliti papaveri, ma deve essere compiuto da gente comune, estratta a sorte periodicamente tra gli elettori della zona e sempre rinnovati.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media