Cerca

"Investimento da 560 milioni"

Alitalia, l'ad Del Torchio: "Gli esuberi saranno 2.200, lavoriamo per l'accordo con Etihad"

Alitalia, l'ad Del Torchio: "Gli esuberi saranno 2.200, lavoriamo per l'accordo con Etihad"

Saranno 2.200 gli esuberi "strutturali" in Alitalia dopo l'accordo con Etihad. Lo ha spiegato l'amministratore delegato della compagnia aerea italiana, Gabriele Del Torchio, parlando con i giornalisti a margine della presentazione del rapporto Enac 2013. Del Torchio ha specificato che si tratta di dipendenti che "purtroppo devono lasciare l'azienda" e per le quali "si dovranno trovare forme di tutela sociale". Gli esuberi in questione saranno esclusi da contratti di solidarietà, cig o rotazione. Nel frattempo, Del Torchio sta lavorando per "confermare a Etihad l'accettazione delle richieste" avanzate dal futuro acquirente emiratino e l'ok definitivo potrebbe arrivare già nella prossima riunione del consiglio di amministrazione convocato venerdì prossimo, 13 giugno. "Stiamo parlando di 560 milioni d'investimento - ha aggiunto l'ad Alitalia -, l'accordo va nella direzione di rafforzare la compagnia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dino.michela

    09 Agosto 2014 - 09:09

    I sacrifici li faranno i lavoratori non certo questi chiamamoli lavotarori costano il triplo dei colleghi Inglesi e prendono il doppio del loro salario e le imprese continueranno a chiudere con veri operai che per mantenere questi privilegiati restano a casa perché le aziende chiudono per alto costo del lavoro

    Report

    Rispondi

  • saswati

    05 Agosto 2014 - 22:10

    Reset totale per gli attuali dipendenti alitalia, e assumere persone nuove.

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    10 Giugno 2014 - 08:08

    questa volta dovrebbero pagare i capitani corraggiosi e berlusconi, i grandi geni che hanno fatto fallire la compagnia con la complicità dei sindacati. Adesso sarebbe una compagnia florida gestita dai francesi a costo zero per gli italiani, invece diventerò una compagnia florida in mano agli arabi, con tutti i costi sulle spalle degli italiani (che pagano le tasse)!

    Report

    Rispondi

  • gioromeo

    10 Giugno 2014 - 00:12

    Prima abbiamo regalato alitalia a Colaninno, che non paga mai di tasca propria le compagnie che compra, (perché l'hai fatto, Berlusconi?) e adesso devo pagare la protezione sociale agli esuberi? Mi rifiuto e mi autoridurrò le tasse in proporzione. Li pagasse Colaninno! e suo figlio il bravo deputato Pd.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog