Cerca

Rapimento-lampo

Fa rapire una bimba bulgara per diventare mamma, aveva perso un figlio dopo una vita di droga e alcol

Fa rapire una bimba bulgara per diventare mamma, aveva perso un figlio dopo una vita di droga e alcol

Una bambina bulgara di 6 anni è stata rapita a Monteroni, un piccolo centro a due passi da Lecce, e poco dopo ritrovata dai Carabinieri a casa di Valentina Piccinonno, 31 anni, e Giovanni Giancani, 45 anni, entrambi disoccupati e con un passato difficile, segnato dalla tossicodipendenza e dall'alcolismo. A compiere materialmente il rapimento sarebbe stato Giancane. Nel parco comunale la piccola di sei anni giocava con la sorella di 9 anni, alla quale Giancane si era rivolto per prima, per poi preferire l'obiettivo più facile della più piccola. Vicino alle due c'erano anche i fratelli di 13 e 15, che non si sono accorti di niente. L'aiuto della sorellina è stato fondamentale per le ricerche dei Carabinieri, ai quali aveva descritto quell'uomo presentatosi come "Gianni".

La gravidanza - Rinchiusi nel carcere di Lecce, dai due gli inquirenti dovranno scoprire il motivo che li ha spinti al sequestro-lampo, non escludendo il recente passato della donna, rimasta incinta senza riuscire a concludere la gravidanza. Come scrive La Stampa, la stessa sorella della donna aveva scritto su Facebook tempo fa come fosse ingiusto che sua sorella, perso il bambino, non avrebbe più potuto avere un bambino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog