Cerca

Nuovo partito

Corrado Passera lancia "Italia Unica", il movimento politico dei moderati con Giulia Bongiorno

Corrado Passera lancia "Italia Unica", il movimento politico dei moderati con Giulia Bongiorno

É nato ufficialmente "Italia Unica", non un modulo per la dichiarazione dei redditi ma il movimento politico dell'ex ministro montiano Corrado Passera. Un "cantiere" lo ha definito il banchiere davanti a 2 mila persone presenti al Tiburtina studios di Roma. A più riprese indicato come potenziale leader di una coalizione di forze moderate, Passera ha subito preso le distanze da derive personalistiche, chissà quanto riferendosi a Beppe Grillo e a Matteo Renzi: "C'è chi pensa che la democrazia sia superata e che serva l'uomo forte all'interno di una cornice di puro populismo". L'ambizione di Italia Unica è di contrastare l'antipolitica: "Il vero nemico della democrazia - ha proseguito Passera - è la generale sfiducia nella politica e nelle istituzioni che la rappresentano. Questo perché - ha chiarito - i partiti sono percepiti lontani dai problemi concreti delle persone e vivaio di incapacità e malaffare".

Con chi sta Passera - Fiutato il vento delle elezioni Europee, nella geografia politica italiana il movimento di Passera cerca posto: "in alternativa al Pd di Matteo Renzi - scrivono in una nota - e si rivolge a tutti coloro che non si riconoscono nella visione socialista e inadeguata della sinistra". Il riferimento europeo per Italia Unica è il Ppe, contrapposto ai socialisti, in un quadro chiaramente bipolarista. L'idea è quella di un "grande partito moderno, orientato allo sviluppo, che interpreti il bisogno politico profondo di quella che credo sia la maggioranza dei cittadini".

L'agenda Passera - In autunno il movimento lascerà la fase embrionale per diventare un partito a tutti gli effetti e presentarsi alle prossime elezioni amministrative previste per il 2015. La fase costituente sarà gestita da 10 persone che compongono lo "Start up team". Oltre Passera ci sarà l'avv. Giulia Bongiorno, oltre che Giorgio Guerrini, Mario Ciaccia, Lelio Alfonso, Luca Bolognini, Johnny Dotti, Giovanna Salza, Emanuela Farris e Nico Pannoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • guifra35

    15 Agosto 2014 - 22:10

    Quello di Passera è un buon inzio: riesumare cadaveri per scalare Forza Italia. Povero illuso! Quando capirà che agli elettori di FI certi personaggi gli fanno schifo?

    Report

    Rispondi

  • ghepardo50

    15 Agosto 2014 - 21:09

    l'italia sta correndo verso il baratro e non saranno una decina di persone con l'hobby delle soluzioni teoriche a cambiare le cose. La situazione in cui si trova l'italia per analogia mi ricorda quella francese che precedette la rivoluzione francese e sappiamo come è andata a finire....

    Report

    Rispondi

  • az.0987

    15 Giugno 2014 - 13:01

    Visto il tempo che gli necessita per fare un partito, mi chiedo in quanto tempo pensa di risolvere i problemi del Paese. Non pare che l'obiettivo sia fare altro che prendere un po' di poltrone e sistemare amici e parenti. Agli italiani piacerà molto.

    Report

    Rispondi

  • piero.zanello

    15 Giugno 2014 - 12:12

    un vecchio adagio recita: " 'L tira de pü 'n pel de pòta (passera) che cent caai che i tròta!"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog