Cerca

Le mosse

É derby tra Berlusconi e Alfano Chi tratta per primo con Renzi?

É derby tra Berlusconi e Alfano Chi tratta per primo con Renzi?

Adesso che si è aperta una voragine nel Pd al Senato, sono tutti lì a tirare Matteo Renzi per la giacchetta pur di conquistare un posto in prima fila accanto al nuovo Re Sole nella grande partita delle riforme. Dopo l'ammutinamento dei 14 senatori dem, è scattata la corsa tra gli alleati ufficiali (Alfano) del governo e quelli ufficiosi (Berlusconi) per alzare la posta col premier e rivendicare il proprio potere negoziale pur di intestarsi assieme a Renzi la nuova architettura dello Stato. Da un lato c’è il leader di Fi, che ieri è stato tutto il giorno ad Arcore a riscrivere il “patto del Nazareno” e che mercoledì lancerà un referendum propositivo sul presidenzialismo. Magari subito dopo aver visto il leader democratico, che il Cav incontrerà nei prossimi giorni, proprio per chiedergli il nullaosta del Pd in Parlamento sul suo progetto, anche se il tèta-à-tète non è stato ancora fissato nell’agenda del premier.(...)


Continua a leggere l'approfondimento di Barbara Romano
su Libero in edicola oggi domenica 15 giugno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tizi04

    16 Giugno 2014 - 08:08

    FI non deve fare nulla con Renzi, e` all'opposizione e ci deve rimanere, nessun patto con nessuno, nemmeno col beota Angelino. Deve lasciare agli altri l'onere di decidere e non deve essere usata. Si e` ormai visto che Renzi e` nelle mani del vecchio PD, le 10 nuove tasse, tutte le decisioni ininfluenti prese, i risultati economici che parlano da soli sono il preludio al fallimento. Xke` seguirlo?

    Report

    Rispondi

  • carlo pinna

    carlo pinna

    15 Giugno 2014 - 13:01

    Tratare con un abusivo come Renzi, equivale ad avvallare la cloaca alla quale assistiamo per volere di Napolitano, il pd, e le varie lobby. Via questo governo, elezioni subito, senza associazione a delinquere di coalizioni di partiti. Programma di governo, la sola ragione che deve determinare il voto della gente. Via dal parlamento chi non rispetta il voto. Radiazione per chi tradisce il mandato.

    Report

    Rispondi

blog