Cerca

Riforma della Pubblica Amministrazione

Addio prefetture, ragionerie, soprintendenze: Renzi si inventa la "casa del governo"

Addio prefetture, ragionerie, soprintendenze: Renzi si inventa la "casa del governo"

L'idea è quella di una "casa del governo", un luogo dove concentrare tutte le attività periferiche dello Stato. Matteo Renzi ha voluto come primo punto del disegno di legge sulla riforma della Pubblica Amministrazione questa cura dimagrante degli attuali mille uffici tra prefetture, ragionerie, direzioni del lavoro e delle entrati, archivi notarili, soprintendenze. La regola generale dettata dal premier, secondo quanto anticipato dal Messaggero, per quanto riguarda le prefetture, cioè il principale ufficio dello Stato, sarà di un ufficio del governo in ogni Regione, fatta salva la necessità di garantire una maggiore presenza in alcune zone del Paese, per esempio quelle a maggior tasso di criminalità o quelle interessate da particolari fenomeni migratori: dalle 100 esistenti saranno ridotte a una quarantina. Lo stesso criterio sarà adottato per gli altri uffici che alla fine della riorganizzazione saranno 400.

Personale in mobilità - E i dipendenti? La maggior parte del personale, rivela il Messaggero, verrà impiegato in quello che in gergo si chiama "front office", ovvero il rapporto diretto con il cittadino. L'organico che si occupa di attività strumentali, come la gestione degli immobili, del personale, dei servizi finanziari sarà drasticamente ridotto attraverso la norma sul demansionamento inserita nella stessa riforma che prevede la possibilità di trasferire in prima linea molti dei dipendenti che ora lavorano dietro le quinte. La riorganizzazione interesserà anche la magistratura, almeno in parte. Tra le norme del provvedimento approvato dal governo, si legge sul Messaggero, ce n'è anche una che riguarda la chiusura delle sedi distaccate dei Tar.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • emigratoinfelix

    17 Giugno 2014 - 11:11

    Un quesito semplice semplice:perche´invece di abolire le prefetture non vengono cancellate effettivamente provincie e regioni,delegando al rappresentante del governo a livello provinciale tutte le competenze per la gestione del territorio,sanita´ed appalti compresi?Io mi fido molto di piu´di funzionari dello stato di carriera che di politici maneggioni e generalmente corrotti dal voto di scambio.

    Report

    Rispondi

blog