Cerca

Lavoro e autoimpiego

La "Retemicrocredito" a servizio dei non bancabili fa sistema

La "Retemicrocredito" a servizio dei non bancabili fa sistema

Si terrà domani, mercoledì 18 giugno, presso il Meeting Center di Roma La “retemicrocredito” e i nuovi servizi per il lavoro e per l’autoimpiego, il convegno conclusivo del Progetto sperimentale “Microcredito e Servizi per il Lavoro”, finanziato dal Fondo sociale europeo e sviluppato dall’Ente Nazionale per il Microcredito in accordo con la Direzione generale dei Servizi per il lavoro del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali. Un progetto innovativo che ha creato una rete di servizi informativi, di orientamento e di accompagnamento sullo strumento del “microcredito” di impresa e gli incentivi per l’autoimpiego presso Centri per l’impiego, Comuni, Camere di Commercio di quattro regioni: Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. 95 gli sportelli informativi attivati presso gli enti delle regioni Convergenza: 25 in Sicilia, 12 in Calabria, 27 in Puglia, 31 in Campania. 120 operatori specializzati addetti al servizio di informazione e consulenza offerto dagli sportelli sono stati formati dall’Enm sui temi del microcredito e degli incentivi pubblici all’autoimpiego , alla gestione del servizio di consulenza e all’utilizzo dell’innovativa piattaforma retemicrocredito.it appositamente creata per supportare l’attività informativa e di sportello. La piattaforma, un unicum nel suo genere, oltre a connettere gli sportelli tra di loro e con la sede centrale dell’ENM, e a veicolare info-news certe e puntuali all’utenza consente la tracciabilità dei comportamenti dell’utenza dei programmi di microcredito dal momento informativo a quello dell’erogazione del prestito.
“Oltre mille cittadini non bancabili sono stati assistiti in soli cinque mesi dall’avvio dell’attività degli sportelli, spiega il presidente dell’ENM Mario Baccini. Dopo un intenso percorso che va definendosi con dati e risultati visibili, al centro dei lavori poniamo l’analisi sui fattori di successo della retemicrocredito, primo esperimento di “rete pubblico-privata” al servizio del cittadino-utente del microcredito. Una “rete” ripetutamente invocata per fare sistema intorno alle politiche per l’accesso al credito e per l’autoimpiego e strumento prezioso da incrementare a sostegno dei più deboli”.
“L’evento conclusivo- aggiunge il capo progetto Mario Esposito- riunisce gli attori che hanno dato vita all’intervento e rappresenta un importante momento di riflessione utile a tracciare il bilancio di un’intensa attività svolta dal Progetto nelle regioni, un percorso che va definendosi con dati e risultati visibili”. Al convegno finale parteciperanno il presidente Enm Mario Baccini, il direttore generale delle Politiche dei servizi per il lavoro (MLPS) Grazia Strano e il capo progetto Mario Esposito.
La presentazione dei dati del rapporto finale sarà a cura del coordinamento scientifico del progetto. Di notevole spessore la Tavola Rotonda “Quali reti per lo sviluppo del microcredito per l’autoimpiego” moderata da Fabrizio Ratiglia, direttore Radio Montecarlo e Radio 105, che riunisce le quattro amministrazioni regionali e le loro agenzie tecniche con i componenti del partenariato sociale ed economico che hanno aderito al Progetto. Intervengono, tra gli altri, l’assessore alla Formazione della Regione siciliana Nelli Scilabra, l’assessore al lavoro e attività produttive di Napoli Enrico Panini, il segretario generale della CCIAA di Palermo Vincenzo Genco, Lina D’Amato di Invitalia, Andrea Limone AD di PerMicro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400