Cerca

Mondiali 2014

Capello come Putin: "Ho vietato Twitter ai miei calciatori"

0
Fabio Capello

Non teme il caldo, ma i cinguettii sì. Fabio Capello si appresta al debutto della Russia al Mondiale del Brasile e non cerca alibi per la sfida contro il Corea del Sud: "Non mi pare che ci sia questo caldo insopportabile: a Mosca ci siamo allenati a 32 gradi. Vi garantisco che era peggio che in Mato Grosso". Don Fabio appare sicuro nella conferenza stampa che precede il match: "Arriviamo alla Coppa nelle condizioni giuste. Sono sicuro che disputeremo un ottimo torneo. E speriamo di partire nel migliore dei modi battendo la Corea del Sud. Un’avversaria che conosciamo bene. E che rispettiamo". Il tecnico della nazionale russa chiude spiegando il motivo per cui ha vietato ai giocatori l’uso di Twitter. "A volte i tweet creano problemi. Per questo abbiamo deciso di vietarli per un mese. Appena finita la nostra avventura mondiale sono sicuro che i miei giocatori saranno ancora più scatenati su twitter".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media