Cerca

Ritrovamento

Ginevra Hollander, la pornostar scomparsa: trovata una cassa nel lago di Garda

Ginevra Hollander, la pornostar scomparsa: trovata una cassa nel lago di Garda

Potrebbe essere a una svolta il giallo della scomparsa della pornostar Ginevra Hollander. Nelle acque del lago di Garda a Castelletto di Brenzone nei pressi di Malcesine, i sommozzatori stanno procedendo al recupero di una cassa che potrebbe contenere il corpo della 43enne attrice di film hard, originaria di Desenzano ma residente a Vicenza, scomparsa a fine gennaio scorso. La denuncia dei genitori risale al 5 marzo. L'auto della donna era
stata trovata nel veronese con i sedili che presentavano tracce di sangue. Sulla scomparsa della donna, era stato ascoltato il suo ex compagno, poi ricoverato in ospedale psichiatrico, dopo aver fatto irruzione e seminato il panico all'ospedale San Bortolo di Vicenza vestito da Rambo, con anfibi, tuta mimetica e giubbotto antiproiettile. L'uomo, 55 anni, ha scontato una condanna per aver ucciso l'amante della moglie nel 1978. Del caso si è occupata anche la trasmissione di Raitre Chi l'ha visto? e proprio al programma condotto da Federica Sciarelli, aveva chiamato un'amica della donna "per riferire - come si legge nella scheda di presentazione del caso - di averla sentita il 9 febbraio, molto turbata, e di non essere più riuscita a mettersi in contatto con lei come concordato". L'amica ha inoltre riferito che, nell'autunno del 2013, aveva ospitato Federica Giacomini (il vero nome di Ginevra Hollander, ndr) fuggita dopo un litigio violento con il compagno, che l'avrebbe picchiata così duramente da farle temere la morte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog