Cerca

Questione di tempo

Il Napoli giocherà a Palermo: campionato e Champions League si disputeranno al Renzo Barbera

Il Napoli giocherà a Palermo: campionato e Champions League si disputeranno al Renzo Barbera

Sarà lo stadio Renzo Barbera di Palermo il campo dove il Napoli di Aurelio De Laurentiis disputerà le partite casalinghe del prossimo campionato di A. E’ questa la scelta della società azzurra che ha oggi designato il campo all'atto di iscrizione per la stagione 2014-2015, stessa sede indicata alla Uefa per le sfide di Champions League.

Questione tempistica - Il motivo è dovuto alla forte preoccupazione della dirigenza per l’allungamento dei tempi in vista del rinnovo della convenzione con il Comune, col rischio di non poter giocare al San Paolo le due amichevoli estive, tra cui quella di lusso contro il Barcellona del 6 agosto e i preliminari di Champions League ad agosto. I tempi, si apprende da fonti interne al club, sono stretti anche perché con l'approssimarsi del periodo estivo, potrebbe non esserci tempo perché le commissioni della Federcalcio possano riunirsi in tempo utile per registrare il cambio di campo da Palermo al San Paolo: entro dieci-quindici giorni, infatti, il Napoli dovrebbe comunicare alla Lega calcio e alla Figc l'avvenuto accordo con il Comune di Napoli.

Il sindaco di Napoli - Intanto il capo di gabinetto del sindaco napoletano Luigi De Magistris cerca di rassicurare le curve: "Il Napoli giocherà il preliminare di Champions League al San Paolo, l’amministrazione comunale sta profondendo tutto l’impegno possibile per raggiungere questo obiettivo. L'indicazione di Palermo come sede – precisa Attilio Auricchio – è un fatto meramente tecnico, avvenuto peraltro anche lo scorso anno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roberto1957

    07 Luglio 2014 - 18:06

    AURELIO DICI DI AMARE TANTO NAPOLI E ABITI A ROMA E PARLI ROMANESCO.....COME MAI ?

    Report

    Rispondi

  • Leonardo Bottiglieri

    21 Giugno 2014 - 16:04

    Bisogna pagare gli steward dello Stadio San Paolo. Non si può lasciare che reati erariali vengano consumati all'interno di una struttura pubblica.

    Report

    Rispondi

blog