Cerca

Mondiali

Argentina batte Iran 1-0: capolavoro di Messi al 91esimo

0
Leo Messi

Una brutta Argentina, che soffre e rischia anche di andare sotto. Di perdere, forse. Peccato però che sulle tribune ci sia Diego Armando Maradona. E peccato soprattutto che in campo ci sia lui, Leo Messi, quello che "in nazionale non segna mai" e che "gioca bene solo al Barcellona". E' il 91esimo, l'Iran inchioda gli avversari, la partita è ferma sullo 0-0 e a Tehran accarezzano un sogno, un punto con l'Argentina che dopo il pari dell'esordio con la Nigeria vale oro. Ma, dicevamo, c'è Messi. Mette giù palla, salta un uomo e libera il sinistro. Un tiro a giro sul secondo palo. Per il portiere iraniano non c'è nulla a fare. Secondo gol nei mondiali. Seconda perla assoluta. Passano pochi secondi e arriva il triplice fischio dell'arbitro: allo stadio Mineirao di Belo Horizonte Argentina batte Iran per 1-0. L'Albiceleste di Sabella vola a sei punti e si qualifica matematicamente per gli ottavi di finale del mondiale brasiliano. Al termine di una partita complicata, molto complicata, la "pulce" salva la Seleccion. Sotto gli occhi di Maradona. E chissà che per fare come Maradona al mondiale, per diventare eroe nazionale e a quel punto, sì, diventare - forse - il più forte di tutti i tempi, per Messi questa non sia la volta buona.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media