Cerca

Come ci frega Franceschini

Equo compenso, il governo aumenta la tassa durante la partita dell'Italia

Dario Franceschini

Furbizie di governo (Renzi). Quale miglior momento per alzare le tasse se non quello in cui tutta Italia è distratta? Già, perché mentre venerdì sera guardavamo la nazionale di Cesare Prandelli soffrire e perdere contro la Costa Rica, poco dopo le 18 insomma, il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, approfittava della febbre-Mondiale per imporci l'ennesimo balzello. Si parla del cosiddetto equo compenso, sul quale Franceschini dopo mesi di polemiche ha messo la parola fine (facendoci pagare, ovviamente). Di fatto, mentre l'Italia intera era incollata al teleschermo, il ministro ha firmato il decreto che aggiorna le tariffe per l'equo compenso.

Le cifre - D'ora in avanti, ogni volta che acquisteremo un dispositivo di memoria digitale (sul quale - questa la ratio della gabella - è possibile salvare contenuti protetti dal diritto d'autore), dovremo pagare una piccola percentuale alla Siae per quella che in gergo viene chiamata la copia privata. La tassa fu introdotta nel 2003 da una direttiva europea, che prevede un aggiornamento delle tariffe ogni tre anni. Un aggiornamento del quale Mario Monti, nel 2012, non si occupò. E così se n'è occupato Franceschini durante Italia-Costa Rica. Per i prossimi tre anni quando compreremo uno smartphone o un tablet pagheremo dai 3 ai 4,8 euro in più, in base alla grandezza della memoria del dispositivo. Un rincaro monstre, se paragonato a quanto pesava prima la gabella: 0,9 per cento. Franceschini, dunque, ha alzato la tassa di circa il 500 per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    23 Giugno 2014 - 17:05

    Quando la gente è distratta ne combinano di tutti i colori....I piedi sono assai lontano dalla testa,e manco a farlo apposta ecco l'ennesimo balzello al grido di "Non metteremo le mani in tasca agli italiani".Speriamo che la nazionale perda e se ne torni a casa.Almeno la gente avrà cose a cui pensare molto più serie che non a 4 st*+zi che tirano calci ad una palla.

    Report

    Rispondi

  • Gios78

    22 Giugno 2014 - 18:06

    Spero che una macchina investa Franceschini mentre attraversa la strada. Ma gli italiani, fottuti comunisti, meritano di essere presi per il culo dalla banda di mascalzoni che siede in parlamento.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    22 Giugno 2014 - 16:04

    Ecco come lavorano questi sudici elementi di estrapolazione PD. Cercano il momento in cui la gente è presa da altri avvenimenti per fregarla. Era da immaginarselo. A coloro che li hanno votati, GODETE !!!!!!!

    Report

    Rispondi

    • capitanuncino

      23 Giugno 2014 - 17:05

      Non lavoravano così nemmeno loro....Chi non ricorda gli aumenti della benzina al rientro dalle ferie operate da Craxi?Sembrerebbe una prerogativa della sinistra tutta.Nessuno escluso.

      Report

      Rispondi

  • attualità

    22 Giugno 2014 - 16:04

    Fanno bene ad aumentare le tasse: Visto la grande generosita' degli Italiani a donare donare donare di continuo, a queste organizzazioni cosi dette "umanitarie che fanno raccolta di denari dati volontariamente dagli Italiani. I politici vi osservano .... non vi credono quando dite che non arrivate a fine mese con lo stipendio,o pensione !!!! Fermatevi....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog