Cerca

Sinistra divisa

Scalfari bacchetta Renzi: piccolo dittatore

Il fondatore di Repubblica: non possiamo accettare un governo autoritario

Scalfari bacchetta Renzi: piccolo dittatore

Non si sono mai amati. E il fondatore di Repubblica, in particolare, non ha mai perso l'occasione per bacchettare il presidente del Consiglio, fin dai tempi della sua ascesa all'interno del Partito democratico. Oggi è tra coloro che, nella stampa "amica", spara ad alzo zero sul premier impegnato nelle fasi conclusive della trattativa sulla modifica del Senato. "Riconosco la bravura, il potere di seduzione, le buone intenzioni" scrive Barbapapà a conclusione del suo consueto intervento domenicale. "Ma un governo autoritario francamente non lo voglio. Non lo vogliamo".

Il fondatore di Repubblica mette nel mirino il testo che "fa prevedere insomma che i poteri dell'esecutivo aumenteranno; la magistratura e il suo organo di autogoverno ringiovaniranno e l’esperienza dei vecchi sarà anche qui messa in soffitta o in cantina. Caro Matteo, tu sei bravo e seducente. A volte ottieni risultati utili al Paese, a volte fai errori o persegui il rafforzamento del tuo potere". Per Scalfari, dunque - e lo ripete da tempo - il rischio è quello dell'autoritarismo (già tempo fa accostò la figura di Renzi a quella di Benito Mussolini). 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • acstar

    08 Luglio 2014 - 10:10

    Meglio Renzi piccolo dittatore che Scalfari grande rompiscatole!

    Report

    Rispondi

  • Falcesenzamarte

    23 Giugno 2014 - 15:03

    Gia',perche lui e il suo giornale con i governicchi ha sempre fatto affari d'oro..........................

    Report

    Rispondi

  • mikilibero

    22 Giugno 2014 - 18:06

    Scalfari non ama Renzi? Motivo in più per apprezzare Renzi.

    Report

    Rispondi

blog