Cerca

Delusione lusitani

Mondiali, il Portogallo vince, ma va fuori: il 2 a 1 al Ghana non basta

0
Mondiali, il Portogallo vince, ma va fuori: il 2 a 1 al Ghana non basta

Dopo l'Italia, la Spagna e l'Ignhilterra anche il Portogallo, altra squadra di prima fascia, saluta il Brasile. I lusaitani battono il Ghana per 2-1, ma vengono comunque eliminati dal Mondiale nonostante i 4 punti pari agli Stati Uniti, che hanno però una migliore differenza reti. Nel girone G quindi la Germania e gli Usa, nonostante la sconfitta contro i tedeschi, approdano agli ottavi di finale dei Mondiali chiudendo rispettivamente al primo ed al secondo posto.

Una gara equilibrata - In avvio Bento, ct del Portogallo, sceglie il temutissimo e tanto atteso tridente con Ronaldo e Nani sugli esterni ed Eder al centro dell'attacco. Dall'altra parte il ct Appiah deve fare a meno di Boateng e Muntari dopo la decisione disciplinare e in attacco si affida a Gyan con Atsu-Waris-Ayew pronti a supportarlo. Parte forte il Portogallo. Ronaldo ci prova al 5' e al 12' dalla distanza, prima con un pallonetto poi con un tiro da 20 metri. Al 20' c'è la prima risposta del Ghana che con Ghian va vicino al vantaggio ma Beto salva la porta respingendo il destro dell'attaccante ghanese. Poi l'impegno dei lusitani viene premiato e al 31’ del primo tempo ottengo il vantaggio grazie ad un’autorete di Boye. Poi ancora Ronaldo sfiora il 2 a 0: destro dal limite dell'area ma troppo centrale e Dauda respinge facilmente. In avvio di ripresa Ruben Amorim va vicino al bersaglio, sull’altro fronte il numero di Atsu è pregevole ma la sua conclusione non è fortunata. Gyan è l’unico del Ghana a creare scompensi a Bruno Alves e Pepe, l’ex attaccante dell’Udinese dopo un tiro che sibila a lato, beffa Beto con un colpo di testa chirurgico sullo splendido assist di Asamoah. Bento sa che il Portogallo per passare il turno deve vincere di goleada: dentro quindi Varela e Vieirinha, fuori Joao Pereira e il deludente Eder. A 10’ dal termine finalmente Ronaldo: pasticcio di Duada, troppo facile per il fuoriclasse del Real Madrid segnare il gol della nuova speranza lusitana. Ronaldo avrebbe l’occasionissima del 3-1 ma la spreca malamente, calciando addosso a Dauda un ’cioccolatinò di Veloso. Jordan Ayew sfiora il 2-2, Ronaldo va di nuovo vicino alla doppietta sull’assist di Nani e sul lancio di Moutinho ma spreca. Il Portogallo attacca a testa bassa ma a Brasilia si fermano i sogni di entrambe, agli ottavi vanno Germania e Usa.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media