Cerca

Contro i divieti

"Ta-ta top": il reggiseno coi capezzoli disegnati sopra

Disegnato da due femministe americane, mira a "desessualizzare" il seno femminile

"Ta-ta top": il reggiseno coi capezzoli disegnati sopra

Ci sono paesi (come ad esempio il Brasile dove si sta svolgendo il Mondiale di calcio) in cui mostrarsi a seno nudo in spiaggia è proibito dalla legge. Idem dicasi per i puritanissimi Stati Uniti che hanno nella San Fernando Valley in California la capitale mondiale dell'industria del porno, ma vietano il topless in pubblico. Per sfidare i divieti, due femministe americane, Robin Graves e Michelle Lytle, hanno ideato il "Ta-ta top": un reggiseno color carne con i capezzoli disegnati e leggermente in rilievo (come quelli veri), che promette di dare a chi lo indossa l’illusione del topless. Costa 28 dollari, con cinque dollari per ogni capo venduto che andranno alla ricerca sul cancro al seno. L'obiettivo del singolare capo da spiaggia, spiegano le sue creatrici, è quello di "desessualizzare i capezzoli. A forza di vederli in giro, forse le persone smetteranno di considerarli così speciali, così segreti, e diminuirà il fattore choc". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vency85

    27 Giugno 2014 - 18:06

    Ma lasciamo che si svestano, ste donne. Il nudo femminile è la più bella visione del pianeta. Dunque, avanti. Togliete tutto.

    Report

    Rispondi

  • vigpi

    27 Giugno 2014 - 14:02

    Ma mi spiegate perchè ogni volta che c'è una protesta le donne devono per forza spogliarsi???? Non possono protestare anche da vestite??? Non sono un bacchettone, frequento i siti porno, ma non è possibile che ogni volta che c'è qualche protesta le donne devono mettersi con le tette al vento. E non aggiungo la frase classica.......

    Report

    Rispondi

blog