Cerca

Novità

Pos, dal 30 giugno bancomat obbligatorio per pagamenti sopra i 30 euro

Pos, dal 30 giugno bancomat obbligatorio per pagamenti sopra i 30 euro

Rivoluzione pos. Dal 30 giugno scatta l'obbligo del pagamento bancomat sopra i trenta euro. Da domani infatti in tutti i negozi, presso artigiani e professionisti scatta l’obbligo di accettare pagamenti tramite Pos. Il provvedimento, voluto dal governo, serve ad assicurare la tracciabilità dei pagamenti e di contrastare l'evasione fiscale, imprese e professionisti dovranno dare la possibilità ai loro clienti di effettuare pagamenti tramite bancomat, carte di credito o prepagate attraverso postazioni Pos. Sul fronte degli esercenti cambia tutto. Dal ristoratore al dentista, dall'idraulico all'elettricista se spendete più di 30 euro avete il diritto di pagare col bancomat.

Come pagare - Naturalmente sempre che l'esercente sia fornito di Pos. E nel caso in cui non lo sia si può pagare in contanti. Per il momento infatti non è prevista alcuna sanzione. Insomma, se un elettricista viene a casa vostra, dovreste sperare che sia dotato di Pos. Diversi operatori telefonici e gruppi bancari stanno offrendo soluzioni tecniche innovative che consentono di sfruttare il proprio smartphone o tablet collegato ad uno speciale lettore di carte. Ma è ancora presto per un diffuso utilizzo. Insomma il rischio è che la rivoluzione Pos possa finire prima di cominciare. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Sessantottino

    02 Luglio 2014 - 16:04

    In questa ultima settimana ci ho provato due volte, con un avvocato e con un medico. Risposta: "sta scherzando? se vuole pagare con il POS le cose cambiano radicalmente. Dovrei fatturare e quindi all'importo che le ho chiesto bisogna aggiungere l'IVA al 22%, il che fa lievitare, a sue spese, il totale dovuto!". Ma questi soloni della politica e della finanza dove vivono, sulla luna? Povera Italia!

    Report

    Rispondi

  • aieiebrazol

    30 Giugno 2014 - 17:05

    Combattono l'evasore che evade 500 euro al mese per mangiare e magari con quel poco contante in nero riesce a pagare le tasse sul "bianco" che si deve sorbire la concorrenza dei cinesi. Ridicoli. Intanto quelli con i mega yacht, i mega suv, i mega bmw, le ville al mare e le case in centro sono già a posto con i vari prestanome e i loro commercialisti immanicati con banche e politica.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    30 Giugno 2014 - 17:05

    La cosa più semplice e più giusta, cioè il poter scaricare le tasse fatturate, è troppo, vero comunisti?

    Report

    Rispondi

  • tasietira

    30 Giugno 2014 - 15:03

    DILETTANTI ALLO SBRAGLIO !!!!! Grazie al novello Stefano Pelloni "IL TASSATOR CORTESE" Matteo Renzi

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog