Cerca

Le dritte

Dormire d'estate: le regole contro l'afa notturna

Dormire d'estate: le regole contro l'afa notturna

Dormire d'estate, col l'afa che non lascia tregua, non è un'impresa facile. Basta però un pò di organizzazione per combattere il caldo e le notti insonni. Ecco alcune semplici regole per battere l'afa notturna.

Le regole - Come racconta Simona Marchetti sul Corriere la prima cosa da fare è scegliere lenzuola di colore chiaro e in cotone leggero e riservate raso, seta e poliestere per le notti più fredde, così da garantirvi la necessaria traspirazione e la giusta ventilazione. Un'altra soluzione potrebbe essere questa: Mettete le lenzuola nel frigorifero o nel congelatore per pochi minuti prima di andare a letto, tenendo però presente che se l’aroma “pizza surgelata” non è il vostro preferito, meglio chiudere le lenzuola in un sacchetto prima del passaggio in freezer. Se invece volete lasciare il freezer libero potete ricorrere ad un altro espediente riprendete la borsa dell’acqua calda che avevate messo via per l’inverno e mettetela nel congelatore per qualche ore prima di portarvela a letto, per un refrigerante impacco ghiacciato oppure rivalutate i ventilatori, posizionando quelli portatili rivolti verso la finestra, così che spingano l’aria calda fuori dalla stanza, e cambiando le impostazioni di quelli a soffitto, in modo che le pale girino in senso antiorario.

Ventilatori - Un'altra soluzione potrebbe essere quella di rivalutare i ventilatori, posizionando quelli portatili rivolti verso la finestra, così che spingano l’aria calda fuori dalla stanza, e cambiando le impostazioni di quelli a soffitto, in modo che le pale girino in senso antiorario. Inoltre potete immergere un lenzuolo in acqua fredda e usatelo come coperta. Fate molta attenzione nell'abbigliamento: via i pigiami. 

Abbigliamento - Dormite leggeri, con una magliettina di cotone e dei pantaloncini morbidi (o boxer). Poi posizionate il ventilatore di fronte alla finestra, così che l’aria esterna si combini con la ventola, creando una sorta di brezza a croce. Se volete un trucco “vecchia scuola” per un condizionatore fai-da-te, riempite di ghiaccio una pentola o una ciotola poco profonda e piazzatela di fronte al ventilatore, per creare una refrigerante nebbiolina. Inoltre applicate impacchi di ghiaccio su polsi, collo, gomiti, inguine, caviglie e retro delle ginocchia per un raffreddamento istantaneo. Non piacerà agli innamorati, ma meglio soli che (caldamente) accompagnati, perché dormire abbracciati a qualcuno non fa che aumentare la temperatura del corpo, lasciandoci appiccicaticci e sudati 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog