Cerca

La riforma della giustizia

Renzi e le intercettazioni: cosa cambia

Renzi e le intercettazioni: cosa cambia

Tra i punti della riforma della giustizia di Renzi c'è il tema delle intercettazioni. Ma in realtà, non è una rivoluzione del sistema perché sostanzialmente su questo punto il premier non sfida le toghe. Il tema della pubblicazione delle intercettazioni viene affrontato ma con molta cautela. Dice Renzi:  "E' l’unica questione su cui non abbiamo pronta una norma". Mette le mani avanti: "Nessuno vuole bloccare le intercettazioni dei magistrati". Anzi, ha voluto rassicurare la categoria: "Per noi un magistrato deve essere libero di intercettare". Ha lasciato comunque intendere che il governo interverrà per tutelare la privacy. Ma contro i giornalisti per questo ha lanciato un appello ai direttori dei quotidiani: aiutateci a capire cosa dobbiamo fare e qual è il limite delle pubblicazioni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    06 Luglio 2014 - 10:10

    "Nessuno vuole bloccare le intercettazioni dei magistrati". Anzi, ha voluto rassicurare la categoria: "Per noi un magistrato deve essere libero di intercettare". Ma ve la immaginate la gioia di Floriani e di tutti quelli come lui, se non ci fossero le intercettazioni? Per non parlare dei criminali normali.

    Report

    Rispondi

  • antari

    06 Luglio 2014 - 10:10

    "Nessuno vuole bloccare le intercettazioni dei magistrati". Anzi, ha voluto rassicurare la categoria: "Per noi un magistrato deve essere libero di intercettare". Ma ve la immaginate la gioia di Floriani e di tutti quelli come lui, se non ci fossero le intercettazioni? Per non parlare dei criminali normali.

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    01 Luglio 2014 - 16:04

    uu che furbata!!

    Report

    Rispondi

blog