Cerca

toghe nei guai

Gozzo, accusatore di dell'Utri a giudizio: "Passava la carte al Fatto"

Gozzo, accusatore di dell'Utri a giudizio: "Passava la carte al Fatto"

Il procuratore aggiunto diu Caltanissetta Domenico Gozzo, l'accusatore di Marcello Dell'Utri, è stato inviato a giudizio per violazione del segreto d'ufficio. La notizia è data da Il Giornale. Secondo l'accusa sarebbe stato lui a passare a Il Fatto quotidiano le notizie relative ad alcune conversazioni intercettate in carcere tra il super bosse Totà Riina e i suoi familiari. La prima udienza del processo si svolgerà a ottobre. Domenico Gozzo è il pm che sta riscrivendo la storia delle stragi smantellando di fatto i primi processi sugli eccidi di Capaci e via D'Amelio viziati dalla falsa collaborazione di Vincenzo Scarantino. In una delle intercettazioni pubblicate Riina diceva "Quest'anno la Juve è una bomba".  Una frase che era stata letta come una minaccia di attentato a uno dei pm della trattativa Stato.Mafia. Gli articoli sono stati pubblicati sul Fatto e sul quotidiano on line Sicilia Live nell'ottobre del 2013 nel mirino erano finiti i giornalisti sottoposti a perquisizione sia a casa che in redazione. Nell'abitazione di uno dei cronisti de Il Fatto sono stati trovati dei file che dimostrerebbero contatti col procuratore aggiunto di Caltanissetta. Viene aperta quindi a Catania (competente a giudicare i magistrati nisseni). Ora il rinvio a giudizio del magistrato. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jerico

    08 Settembre 2014 - 19:07

    Questi pessimi servitori dello Stato e che si fregiano d'imparzialità, andrebbero consegnati agli islamici dell'ISIS !

    Report

    Rispondi

  • filder

    04 Luglio 2014 - 19:07

    Ah chiedo scusa se nel mio commento precedente dimenticavo la dott.sa Bocassini che onore al merito ha fatto suoi tutti i casi scottanti es. quelli di Ruby e Berlusconi,dimenticando alla fine di fare rapporto ai suoi superiori su cose più importanti che adesso la vedono imputata: come finirà ? domandiamolo a S. Giorgio re,colui che fa miracoli facendo scomparire tutte le malfatte.

    Report

    Rispondi

  • filder

    04 Luglio 2014 - 19:07

    Dopo don Antonio Esposito, don Domenico Gozzo, don Bruti Liberati e Co. la magistratura Italiana è arrivata al punto di non potersi pregiare di orgoglio, a parte di quei magistrati che veramente con spirito patriottico e con coscenza umana, fanno ancora il loro dovere sfidando in certi casi la morte: uno di questi e senzaltro il Dott. Gratteri che non gli hanno dato l idonietà a fare il Ministro !

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    04 Luglio 2014 - 19:07

    Come volevasi dimostrare, il più pulito ha la rogna e le "blatte" imperano...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog