Cerca

I patemi di Forza Italia

Riforme, slitta il faccia a faccia tra Silvio e i frondisti

La scorsa settimana Berlusconi aveva lasciato l'incontro coi gruppi parlamentari azzurri a Montecitorio rinviando tutto al martedì della settimana successiva. L'assemblea aveva visto Forza Italia profondamente divisa nel sostegno alle riforme varate da Matteo Renzi e "santificate" mesi fa col Patto del nazareno. Erano volate accuse, insulti, urla. Meglio rinviare il voto. Berlusconi aveva lasciato intendere di vole aspettare come sarebbe andata la sentenza del processo Mediatrade al figlio Pier Silvio. Verdetto che è stato favorevole, col secondogenito del cavaliere (e il numero uno di Mediaset fedele Confalonieri) assolti giusto ieri dal tribunale di Milano. Ma ieri, un nuovo incontro coi gruppi di Forza Italia, non c'è poi stato. E il Cavaliere sembra orientato a slittare quel confronto alla fine di questa settimana, se non all'inizio della prossima. Ma secondo altre versioni, l'incontro e il voto sul sostegno alle riforme potrebbero non esserci proprio. Il Cavaliere, "incassata" l'assoluzione di Pier Silvio dall'accusa di frode fiscale e in vista della sentenza d'appello sul caso Ruby (18 luglio) potrebbe seguire l'esempio del premier Matteo Renzi e di fatto "ignorare" i frondisti del partito, contando in un compattamento al momento del voto in commissione e poi in Aula.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ro.bergamaschi

    09 Luglio 2014 - 17:05

    L'alleanza con Renzi che a tassato tutto e tutti ,non poteva non ricadere su Berlusconi,avrebbe dovuto dire di no anche se non aveva i numeri,per vincere, bastava che mantenesse fede agli impegni presi, con i suoi elettori,chi è fonte del suo mal,pianga se stesso

    Report

    Rispondi

  • paolo44

    09 Luglio 2014 - 17:05

    Svenduti

    Report

    Rispondi

  • silvano45

    09 Luglio 2014 - 15:03

    tra la copia giovane e la copia vecchia di partito e politico è logico si sceglie la copia giovane visto che Berlusconi è diventato un renzodipendente

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    09 Luglio 2014 - 13:01

    Ecco, appunto. Cosa volete che gliene freghi a lui dei frondisti, dei sondaggi, dello sfascio del Centro-Destra? Hanno assolto suo figlio e l'azienda di famiglia è salva: questo è quanto voleva. Probabilmente qualche garanzia l'avrà avuta anche sul processo ruby, quindi a questo punto può mettersi tranquillo e lasciar fare a renzi. Stai sereno, Silvio!

    Report

    Rispondi

blog