Cerca

La rilevazione

Il sondaggio Swg: cresce Forza Italia, scende il Pd, stabile Grillo

Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni

L'assedio giudiziario mosso dalle toghe di Bari e di Milano non fa diminuire il consenso di Silvio Berlusconi. Già, l'orizzonte del voto pare lontano, ma con i numeri c'è sempre da farci i conti. E così ecco che in un sondaggio Swg si scopre che l'offensiva delle toghe, forse, dà una piccola spinta al Cavaliere: Forza Italia, nonostante i recenti dissidi interni, cresce e sale al 17,3 per cento, guadagnando quasi un punto in sette giorni.

Qui destra - Per quel che riguarda le altre formazioni, risulta stabile invece il Ncd di Angelino Alfano al 4,1 per cento. Il consenso sul partito del ministro degli Interni raccoglie dunque uno zoccolo duro che rappresenta una buona base su cui costruire il futuro, che secondo i rumors degli ultimi giorni potrebbe essere più vicino agli ex alleati azzurri. Tra le forze di destra e centrodestra, cresce anche Fratelli d'Italia che passa dal 3 per cento al 3,3 per cento. La Lega Nord, invece, dopo il guizzo delle Europee perde lo 0,1 per cento passando dal 7 al 6,9 per cento. L'area di centrodestra, magari in un'ipotetica coalizione, così potrebbe raggiungere il 32,4 per cento dei consensi.

Qui sinistra - Le cifre dell'ipotetico schieramento preoccupano Matteo Renzi: i dem, infatti, avrebbero cominciato a perdere terreno.  Pur mantenendo saldamente la posizione di primo partito, il Pd scende dal 41,8 per cento al 40 (un calo significativo, di quasi 2 punti percentuali). Perde terreno anche Sel di Nichi Vendola, che dopo le scissione è vicina al crollo definitivo: i consensi ora sono all'1,7 per cento. L'area di centrosinistra, in coalizione, raggiunge però  il 45,4% (quasi ad esclusivo appannaggio del Pd). Infine torna a crescere, seppur di poco, il Movimento 5 Stelle, che dopo le deludenti Europee passa dal 19,7% al 20. Infine una nota di colore: irrilevante ormai Scelta Civica allo 0,5 per cento. Il Loden, Mario Monti, ormai ha raggiunto Gianfranco Fini nell'Olimpo dei fallimenti...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zydeco

    15 Luglio 2014 - 11:11

    La maggioranza di Berlusconi, che avrebbe potuto e dovuto fare tanto per l'Italia dopo il disgraziatissimo governo Prodi, e' crollata sotto il peso delle beghe e invidie interne, dei complotti di Napolitano e dei colpi di una magistratura politicizzata. Chiaramente questi politici di destra hanno valutato di piu' il prprio ego che il bene della loro parte politica e soprattutto dello stato.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    15 Luglio 2014 - 07:07

    L'unica cosa vera e seria in questa altalena di sondaggi é che Renzi fotterà tutti e affosserà l'Italia e le sue ministre incompetenti lo aiuteranno alla bisogna. Chi resta sempre a 90° é il popolo italiano!!!

    Report

    Rispondi

  • Chry

    14 Luglio 2014 - 03:03

    Fossi in Libero sarei cauto, ogni volta che lo danno in ascesa finisce malissimo... portate iella

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    13 Luglio 2014 - 18:06

    se intervistavano me e quelli della mia città i sondaggi erano radicalmente diversi.... ormai non wse ne può più di pd fi, udc , viva i partiti alternativi io voto lega o partito ITALIA NUOVA DI ARMANDO SIRI almeno questo ha UN PROGRAMMA ALTERNQATIVO COME DIO COMANDA altro kle solite promesse sempre disattese. MONTI? NON è L'OLIMPO, è LA FOSSA DELLE MARIANNE!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog