Cerca

La cantante

Anna Oxa, vittima di stalking, chiede aiuto allo Stato

Anna Oxa, vittima di stalking, chiede aiuto allo Stato

"Mi mandano messaggi particolari, tipici delle persone squilibrate, nominando anche mia figlia. Per questo, dopo aver fatto diverse denunce, ho visto che finora, considerato il reiterato comportamento, sono questi esseri a essere tutelati, purtroppo, non io, non voi". Si sfoga così, Anna Oxa, che in un video pubblicato in rete dichiara lo stalking subito e aggiunge: "Tutti i giorni c’è gente che mi insegue con la macchina, si apposta sotto casa, fa video con i cellulari, mi provoca, mi insulta, mi chiamano al telefono anche 100 volte, pure di notte."

Lo Stato assente - Secondo la cantante lo stalking sarebbe quotidiano, e non ci sarebbe nessuno che la tuteli. "Lo Stato? Vedremo se si farà mantenere da me, per le tasse che pago, oppure mi saprà dare servizi, come la giustizia. Quand’è che ci sono? Quando pago le tasse? Quando non posso usare nemmeno i soldi con il quale lavoro?"

Il precedente - Già qualche anno fa, nel 2011, la Oxa era stata stata vittima di un attacco analogo. La cantante si era fidata di un medico milanese conosciuto all'associazione "Coscienza e salute" e gli aveva concesso il proprio numero. Dopo i primi mesi però, le attenzioni dell'uomo si erano trasformate in minacce e a seguito di qualche sms minaccioso di troppo la Oxa si era rivolta alla Polizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

blog