Cerca

L'editoriale

La ripresa? Padoan aspetta, ma nessuno spera

18 Luglio 2014

0

Quando era ancora segretario del Partito democratico e non aveva ancora preso il posto di Enrico Letta, Matteo Renzi lo liquidò con un «Fassina chi?». E per protesta l’allora viceministro dell’Economia in quota Pd si dimise dall’incarico, lasciando senza attendere un minuto di più la poltrona al dicastero di via XX Settembre. Adesso Fassina chi? è tornato e dal suo blog bombarda le previsioni economiche del governo, prendendo di mira in particolare Pier Carlo Padoan. Il ministro dell’Economia ieri, di fronte ai parlamentari, ha confermato che il bonus di 80 euro ci sarà anche l’anno prossimo e così pure i tagli dell’Irap, ma quando si è trattato di spiegare dove troverà i soldi per finanziare tutto ciò si è fatto più vago e anzi ha dovuto ammettere che la ripresa è lenta, aggiungendo che i margini si fanno ogni giorno più stretti. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale e leggi l'editoriale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media