Cerca

La tragedia

Lampedusa, nuova strage del mare: barcone con 20 morti a bordo

Lampedusa, nuova strage del mare: barcone con 20 morti a bordo

Un'altra tragedia del mare sulle coste della Sicilia. Grazie all'operazione Mare Nostrum che, ancora una volta, resta inefficace davanti all'ennesima disgrazia una ventina di profughi sono morti asfissiati nella stiva di un barcone che si trovava a circa 80 miglia dall’isola di Lampedusa. I primi soccorsi sono arrivati da un mercantile. Appresa la notizia della presenza di cadaveri, sono subito intervenute due motovedette, una italiana e l'altra maltese.

La tragedia - I migranti, circa 600 persone, potrebbero essere stati uccisi dalle esalazioni di monossido di carbonio. Una motovedetta ha recuperato tre persone in gravi condizioni, trasferendoli prima sulla maggiore delle Pelagie, e quindi in elisoccorso agli ospedali Civico e Policlinico di Palermo. Uno dei tre profughi però è morto durante la navigazione verso Lampedusa. I superstiti sono stati trasbordati sul mercantile. A questa nuova tragedia si aggiungono i 40 dispersi in un naufragio del quale hanno parlato 61 persone soccorse al largo della Libia da un mercantile.

"Rischio totale" - "Ancora una volta a causare le morti sono le esalazioni di monossido di carbonio nella stiva della nave", ha detto ai microfoni di RaiNews24 Carlotta Sami, portavoce dell'Unhcr. "Le condizioni di questi viaggi - ha aggiunto - sono sempre più pericolose e causano decine di vittime ogni giorno". La portavoce dell'Unhcr ha poi assicurato che "da circa 48 ore si susseguono operazioni ininterrotte di soccorso attraverso mercantili, navi militari e della guardia costiera". Ma l'allarme resta alto: secondo l'agenzia delle Nazioni Unite attualmente "ci sono miriadi di imbarcazioni in mare". "La maggior parte delle persone - ha concluso Sami - è in fuga dalle guerre, si tratta quindi di rifugiati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aio_puer

    18 Agosto 2014 - 07:07

    Mors vostra vita nostra. Ma è solo una goccia nel mare vostrum.

    Report

    Rispondi

  • cell43

    17 Agosto 2014 - 17:05

    Renzi e Alfano ,stanlio ed olio della politica Italiana, tante parole niente fatti.questi africani vanno accompagnati sulle coste libiche e scaricati.penso che non si imbarcheranno più per l'Italia.se ci riprovano affondarli.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    22 Luglio 2014 - 00:12

    Quando tedeschi e francesi vedono tutto questo traffico dall'Africa, cosa volete che dicano, hanno ragione a rispedirci indietro la "merce" o le risorse come definiti dai simpaticoni nostrani, Se sono cosi cogli@ni da andarli a prendere sotto le coste libiche, che se li tengano anche.

    Report

    Rispondi

  • ellemanga

    20 Luglio 2014 - 15:03

    Perche' chiunque soccorra barconi di clandestini, in acque non Italiane li porta in Sicilia???? PAZZI INCOSCIENTI. RENZI E' UN INCAPACE PERICOLOSOOOOOO!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog