Cerca

Bufera sul Giglio

Costa Concordia: il vento potrebbe ritardare la partenza verso Genova

Costa Concordia: il vento potrebbe ritardare la partenza verso Genova

Le operazioni per riportare a galla la Costa Concordia vanno ormai avanti da una settimana, sono iniziate lunedì 14 luglio alle ore 6 del mattino.
La partenza del relitto in direzione Genova era prevista tra oggi e domani, martedì 22 luglio, ma le forti raffiche di vento potrebbero rallentare le operazioni.

Gli sviluppi - I tecnici continuano a lavorare per completare il rigalleggiamento e nonostante il maltempo, durante la notte la nave è emersa di quasi 11 metri, restano ancora circa 3 metri per raggiungere il pescaggio finale. La Protezione Civile, inoltre, rende noto che il cassone S4 ha quasi raggiunto la posizione stabilita, mentre restano ancora da abbassare i cassoni S5 e S14. I chilometri da coprire sono circa 350 e la nave viaggerà almeno inizialmente a una velocità intorno ai 4 chilometri orari.

Timore per l'ambiente - Nella giornata di ieri, domenica 20 luglio, a far scalpore è stato lo sversamento di idrocarburi. Le panne assorbenti hanno fortunatamente fatto il loro lavoro e sono riuscite a contenere i liquidi. Maria Sargentini, presidente dell'Osservatorio per il Monitoraggio Ambientale ha dichiarato: "Questa fuoriuscita sta nell'ordine delle cose, man mano che il relitto emerge. Niente di fuori controllo né particolarmente critico e preoccupante. Ovviamente va presidiato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bolinastretta

    21 Luglio 2014 - 18:06

    Soliti giornalisti sensazionalisti all'abbisogna!! nave maledetta? tempesta sul giglio? Bufera in mare?? 1° nave maledetta perchè?? no semplicemente comandante coglione - 2° 20 nodi sul giglio (oggi) cosa normalissima che si verifica di sovente al mare!! si rimanderà appena si calma un po' il vento...

    Report

    Rispondi

  • albettone

    21 Luglio 2014 - 15:03

    Se non si puo' partire, si ritarda. Importante e' che il "sistema" di galleggiamento funzioni. Per il resto lasciamo fare a chi e' del mestiere. Pensiamo ad altro!

    Report

    Rispondi

blog