Cerca

Odio antisemita

La guerra in Palestina scatena violenze a Parigi: musulmani contro ebrei

La guerra in Palestina scatena violenze a Parigi: musulmani contro ebrei

L'odio antisemita si estende oltre la martoriata Striscia di Gaza. L'inviato del Corriere della Sera riporta un resconto unto di violenze e rivolte da Sarcelles, alla periferia di Parigi. I nuovi morti a Gaza hanno di fatto provocato le urla di odio e ribellione di gran parte dei musulmani francesi. Un piccolo supermercato di Sarcelles è stato nuovamente incendianto domenica scorsa. Già nel 2012 era stato preso di mira dai musulmani, che lanciarono una granata fortunatamente senza lasciare lasciare vittime, in risposta per l'indignazione delle vignette satiriche pubblicate sulla rivista francese Charlie Hebdo. Ieri, lunedì 21 luglio, lo stesso minimarket è stato assediato e messo a soqquadro per la drammatica guerra che sta logorando la comunità araba a Gaza. Ma qualunque sia la motivazione, come ha riferito lo scrittore francese Marek Halter "Bisogna essere stupidi per credere che bruciando il negozio di un ebreo a Sarcelles si aiuti un palestinese di Gaza".

Violenza esibita - Ma a Sarcelles, soprannominata la "piccola Gerusalemme", le persone scese in strada per testimoniare la solidarietà nei confronti dei palestinesi sembrano disinteressarsi dei loro gesti irragionevoli. Al contrario, continuano ad aggravare la situazione: ristoranti devastati, automobili data alle fiamme, moltov contro sinagoghe e pietre contro i poliziotti dimostrano la gravità della situazione ai confini della gestibilità.

Misure di sicurezza - Nei due giorni di disordini nella regione parigina l'antisemitismo sta divampando a vista d'occhio e a riferirlo sono i numeri dei feriti. Oltre 60 (tutti poliziotti) sono stati colpiti negli scontri dei ribelli. 70 invece sono stati gli arresti dei pregiudicati filo-palestinesi. Ieri pomeriggio il presidente François Hollande ha voluto ricevere all'Eliseo i rappresentanti di tutti le religioni per invitarli a calmare le acque e ristabilire un dialogo pacifico. Il buon esempio è arrivato dal rettore della Grande moschea di Parigi, Dalil Boubakeur che si è mostrato accanto al presidente del Concistoro israelita Joël Mergui, chiamandolo "mio amico", per esortare i fedeli musulmani "a evitare certe derive". L’Islam moderato, accusato spesso di non fare sentire la sua voce, in Francia si mostra aperto al dialogo in favore degli ebrei. Ma putroppo non basta: numerose manifestazione sono in programma e le autorità nazionali temono per il peggio. Il prossimo corteo si terrà a Parigi domani sera.

L'antisemitismo contagia l'Europa - Quello francese non è un caso circoscritto, forse è solo il più emblematico, perché le manifestazioni d'odio si stanno spargendo su tutto il resto d'Europa: in Germania, Gran Bretagna e in Belgio la violenza verbale ha sconvolto i cittadini, che hanno sentito risuonare a gran voce slogan come "Allah uccidi tutti gli ebrei sionisti, senza risparmiarne uno" o ancora "massacrate tutti gli ebrei".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • flikdue

    22 Luglio 2014 - 17:05

    E il tutto sotto l'occhio compiacente della sinistra europea.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    22 Luglio 2014 - 16:04

    (segue) Tre ragazzi Israeliani (uno di nazionalità USA) uccisi e bruciati, niente di che. La pioggia di razzi su Israele, niente di che. O piuttosto un'espressione di un antisemitismo vecchio di secoli, talora sopito, mai debellato. Una tragedia nella tragedia. Auguri.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    22 Luglio 2014 - 16:04

    Gli Stati Occidentali, specie Europei, contro Israele e partigiani dei Palestinesi, ben rappresentati da Hamas, vera sede dell'ideologia Jihad, l'esaltazione del Corano ("Al Quran", libro di inaudita violenza), Ebrei e Cristiani "cani infedeli". Una forma di perversione. Le Torri Gemelle, la Metropoloitana di Londra, la stazione ferroviaria di Madrid, tutto svanito. >> (prosegue)

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    22 Luglio 2014 - 15:03

    mussulmani contro gli ebrei a Parigi è una specie della Palestina niente di più. Poi se l'odio verso gli ebrei c'è, non perché gli israeliani che combattono per la loro sussistenza minacciata dal terrorismo di Hamas, semmai per lo strapotere di quei ebrei che si sentono padroni in Occidente che con le loro banche manipolano la finanza a danno delle politiche degli Stati europei e no solo.

    Report

    Rispondi

blog