Cerca

Clamoroso

Adriano, Imperatore decaduto: finisce in serie D al Terracina?

Adriano, Imperatore decaduto: finisce in serie D al Terracina?

L'impero alla fine della decadenza. Adriano starebbe trattando con il Terracina, squadra che milita in serie D, che in queste ore avrebbe proposto all'ex bomber dell'Inter un clamoroso trasferimento fra i dilettanti. Decisivo lo sponsor e la volontà del brasiliano, che vorrebbe a tutti i costi rientrare in Italia. Reduce da una fallimentare stagione all'Atlético Paranaense, il giocatore avrebbe espresso la volontà di giocare, a qualunque costo.

Decadentismi - Adriano Leite Ribeiro, classe '82, all'Inter dal 2004 al 2008, nella sua parentesi nerazzurra fece vedere momenti di assoluto strapotere fisico e tecnico, guadagnandosi il titolo di Imperatore e segnando gol da autentico fuoriclasse. Dal 2008 però comincia per il calciatore una decadenza fisica, tecnica e psicologica da cui, complici i problemi con l'alcol, non è di fatto mai riuscito a riprendersi. Inizia così una lunga trafila di trasferimenti, come dire, poco fruttuosi: dal San Paolo, alla Roma, passando per Corinthians e Flamengo in attesa di recuperare la forma migliore.

L'ultima squadra - Da dicembre 2013 comincia ad allenarsi con l'Atlético Paranaense che gli offre la prospettiva di un contratto a rendimento, il che effettivamente avviene il 6 gennaio 2014. Il 24 dello stesso mese però Adriano non si presenta al raduno del club e la società in aprile decide infine di rescindergli il contratto. Da qui la trattativa col Terracina. "Abbiamo cercato di capire la disponibilità del ragazzo" dice Gianluca Arnuzzo, dg del club laziale, che però ammette: "Convincerlo a giocare in serie D non sarà facile."

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Arkady Renko

    23 Luglio 2014 - 13:01

    Imperatore decaduto perchè andrebbe a giocare a Terracina? Vi informo che è una città di origine volsca ben più antica di Roma; che un Imperatore l’ha già avuto, Servio Sulpicio Galba, che regnò dal 9 giugno 68 al 15 gennaio 69 d.C. Se si vuole un esempio di vera decadenza basta frequentare una qualunque strada di Roma, città colpita e affondata dal sottoMarino...

    Report

    Rispondi

  • ilamar

    23 Luglio 2014 - 10:10

    A Terracina se magna bene! 'N'antri 10 chili nun glieli leva nessuno!!!

    Report

    Rispondi

blog