Cerca

Follie italiane

Savona, il gelataio regala un cono all'amica: la Finanza lo multa per 300 euro

Savona, il gelataio regala un cono all'amica: la Finanza lo multa per 300 euro

Succede che una ragazza entri in un gelataio. Si dà il caso che il gelataio e la ragazza siano amici. Siamo a Varazze, provincia di Savona, Liguria. Il gelataio la saluta, lei chiede un gelato. Lui non vuole farla pagare, insomma glielo regala. Lei insite per saldare il conto, ma il negoziante non vuole sentire ragioni: non vuole far pagare la sua amica. Tutto normale, direte voi. Non proprio, perché la vicenda che racconta Il Giornale non è certo terminata. Quando la ragazza esce dalla gelateria viene avvicinata da due uomini. "Scusi, ha lo scontrino?", le chiedono. E lei replica: "Me l'ha offerto il proprietario, è un mio amico". Ma niente da fare, le Fiamme Gialle non hanno voluto sentire ragioni: sono entrate dal gelataio, reo di non aver battuto lo scontrino, e hanno stilato un verbale per la multa. Il conto? Circa 300 euro. Il tutto - ed è questo, forse, il paradosso più grande - mentre a pochi metri di distanza diversi ambulanti continuavano a vendere la loro merce, rigorosamente in nero, senza l'ombra e nemmeno il pensiero di uno scontrino. "Ho provato a farlo notar - spiega la ragazza - ma non sembravano interessati". Da par suo, il gelataio, da gran signore non attacca la Guardia di Finanza: "Purtroppo la legge prevede di battere lo scontrino anche se si tratta di un omaggio. Ma a testimonianza della mia buona fede ci sono le oltre 300 ricevute che avevo già battuto nelle ore prima. La mia è stata una svista". O più semplicemente un gesto d'amicizia, che il Fisco gli ha fatto pagare 300 euro.

Varazze, SV, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    25 Luglio 2014 - 18:06

    RIVOLTA FISCALE IMMEDIATA! Svegliati popolo bue, prima che il tiranno ti sopprima definitivamente.

    Report

    Rispondi

    • Chry

      26 Luglio 2014 - 18:06

      Ma imbecille, lo sanno anche i bambini che si deve fare lo scontrino, altrimenti sanzioni, era così negli anni ottanta ed è così anche oggi

      Report

      Rispondi

    • antari

      26 Luglio 2014 - 18:06

      rivoltosi alla riscossa: avanti gigi, tenta l'ennesima rivoluzione. Tanto, non ti facciamo paura...

      Report

      Rispondi

  • aresfin

    aresfin

    25 Luglio 2014 - 14:02

    La Guardia di Finanza vada a fare un controllo alle Feste dell'Unità. Ai ristoranti solo scontrini "non fiscali", alla pesca zero scontrini ecc ecc. Milioni di euro incassati e mai dichiarati.

    Report

    Rispondi

    • capitanuncino

      25 Luglio 2014 - 15:03

      Aresfin..basterebbe andare a vedere il conto che ha l'amico tuo Gargamella alla National bank of Caiman Island.Solo che...come fiutano qualcosa basta un click di qualche personaggio che si prende il 5% della somma...che i capitali nel giro di 5 secondi vengono spostati su altri conti correnti..che so a Panama.E prima che li trovano tra rogatorie ed altro passano 2 anni.Basata solo un altro click..

      Report

      Rispondi

  • pinodipino

    25 Luglio 2014 - 14:02

    Anch'io ho un amico che ha un bar frequentato da tanti amici e infatti lui lo scontrino non lo fa mai ai suoi amici, speriamo che non ci vada la Finanza se no vaglielo a spiegare che lui ha tanti amici magari questi mascalzoni dei finanzieri non gli credono. VIVALITALIA !!!!

    Report

    Rispondi

  • ferdi1512

    25 Luglio 2014 - 13:01

    ehi son di savona,credetemi,quello "regalava"gelati a tutti!!!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog