Cerca

La trovata

Samantha Hess, la ragazza che vende abbracci per 60 dollari

Samantha Hess, la ragazza che vende abbracci per 60 dollari

"Dammi 60 dollari e ti abbraccio". Samantha Hess lo fa di mestiere: "Abbraccia chi ne ha bisogno". Ma a pagamento. Quando si accede al suo sito “Cuddle Up To Me”, la prima cosa che leggi è l’invito: "Stringiamoci le mani e abbracciamoci a letto. Mi piace essere sia il cucchiaio che il cucchiaino". Il gesto d‘affetto però non è gratuito. Per 60 dollari l’ora Samantha abbraccia estranei di tutti i tipi, senza le complicazioni di una relazione. Racconta la Hess: "Il giorno dopo l'apertura del sito, i clienti chiamano sempre per dirmi quanto sia stato importante incontrarmi. Li faccio sentire amati e accettati. Sanno che non li giudico". L’idea le venne nel 2012, quando lesse della campagna "Free Hugs", ma in quel caso gli abbracci che si dispensavano fra sconosciuti erano gratuiti. Nel 2013 Samantha avviò il business, andò in tanti programmi televisivi, registrò 17 milioni di visualizzazioni. Il lavoro è decollato. Non fa più di 5 sessioni al giorno e guadagna oltre 7.000 dollari al mese.

L'abbraccio - L'incontro con la "ragazza degli abbracci" può avvenire al letto, in un parco, al cinema. Su richiesta lei può indossare trucco e vestiti particolari. Ha anche inventato posizioni specifiche: la “Tarantino”, ad esempio, è per chi vuole mantenere il proprio spazio. Ci si sdraia uno di fronte l’altro ma a distanza, e ci si coccola con braccia e gambe. Il 90% dei clienti è composto da uomini fra i 20 e i 75 anni. Alcuni soffrono di disabilità che impedisce loro di avere un contatto umano frequente. E così i genitori contattano la Hess. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog