Cerca

Lo spiraglio

Gaza, Hamas: "Sì a una tregua di 24 ore"

Gaza, Hamas: "Sì a una tregua di 24 ore"

Dopo la fragile tregua della vigilia, durata poche ore e rotta dal lancio dei razzi di Hamas, per la Striscia di Gaza arriva una boccata di ossigeno: una nuova tregua umanitaria della durata di 24 ore, a partire dalle 13 di oggi, domenica 27 luglio. Un portavoce della stessa Hamas, l'organizzazione islamista che governa la Striscia, ha annunciato che la tregua umanitaria è stata accettata. Alla vigilia, Israele aveva proposto di prolungare il cessate il fuoco di cinque ore che si era appena concluso, ma nella notte dalla Striscia si erano levati altri razzi qassam. Al termine della notte, però, Hamas ha cambiato orientamento: "In risposta all'intervento dell'Onu e considerato la situazione del nostro popolo e in occasione della Festa di Eid (che celebra la conclusione del Ramadan, ndr), accettiamo la tregua umanitaria di 24 ore", ha spiegato il portavoce. La richiesta di prolungare la tregua era stata avanzata anche a Tel Aviv da Robert Serry, inviato dell'Onu in Medio Oriente: Israele, dopo le schermaglie della notte, aveva però subordinato la risposta a quanto avrebbe deciso Hamas sul cessate il fuoco. La speranza delle autorità internazionali è quella di sfruttare la finestra di stop alle ostilità per trovare una possibile soluzione complessiva che porti a una tregua più duratura. Sempre più drammatico il bilancio dell'operazione: i palestinesi morti sono oltre mille, 43 i soldati israeliani uccisi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog