Cerca

La scoperta

Boom di viaggi verso gli Usa per scegliere il sesso del bebè

Boom di viaggi verso gli Usa per scegliere il sesso del bebè

Maschio, femmina? La natura decide da sola, ma anche le coppie britanniche vogliono fare la loro scelta. Almeno dieci coppie volano verso gli Stati Uniti dalla Gran Bretagna, ogni mese, per sottoporsi a fertilizzazione in vitro con la tecnica della "selezione del genere", in modo da avere un maschietto o una femminuccia a seconda dei loro desideri. La metodologia, vietata in Europa se non per validi motivi medici (ad esempio in casi di malattie genetiche trasmissibili a seconda del sesso del nascituro), viene sempre piu' praticata in alcuni stati americani, come la California, dove il dottor Daniel Potter gestisce una delle piu' grandi cliniche di questo tipo. Intervistato dalla versione britannica dell'Irish Independent, Potter ha rivelato come il numero delle coppie che si rivolgono alla sua struttura stia aumentando "di una media del 20% ogni anno".

I costi -  "Credo che le donne abbiano il diritto di controllare il loro destino. Questa procedura consente loro di avere un maschietto con la prima gravidanza e di fare in modo che il secondo figlio sia una bimba", ha affermato il medico. Scegliere il sesso del nascituro sarebbe, secondo Potter, "non molto diverso dallo scegliere di rimanere incinta". Il trattamento costa circa 15mila dollari (poco piu' di 11mila euro). 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog