Cerca

La beffa

Michael Moore, il regista che è diventato milionario attaccando il capitalismo

Michael Moore, il regista che è diventato milionario attaccando il capitalismo

Michael Moore per anni si è costruito questa immagine di simil Robin Hood: attaccava i ricchi e smascherava le loro malefatte per poi informare i poveri. I bersagli preferiti del regista premio Oscar sono sempre stati politici e capitalisti. Ferreo inquisitore del neo-liberismo, icona della sinistra no global e poi in realtà si scopre che è ultra milionario, con un patrimonio da 37 milioni di euro con tanto di condominio a New York e villone da un milione e mezzo di euro sulle rive del lago Torch in Michigan.

La fortuna di Moore - A smascherare Moore sono stati i giornali inglesi Daily Telegraph e Daily Mail, che hanno pubblicato le carte della recente separazione, dopo 22 anni di matrimonio, tra il regista e la moglie Kathleen Glynn. Inutile dire che sembra che i due abbiano faticato a trovare un accordo sulla divisione dei beni. Che l'autore di Fahrenheit 9/11 non fosse un poveraccio era abbastanza ovvio, visto il successo che hanno avuto le sue pellicole, ma il pubblico non sembra voler accettare questa "triste" verità.  Con Fahrenheit 9/11 pretendeva di svelare la vera storia dell'attentato alle Torri Gemelle accusando Bush di avere avuto legami economici con Bin Laden, e di aver strumentalizzato la guerra in Iraq che, voluta dalle corporation del petrolio, avrebbe fruttato montagne di dollari sia a George che a Osama. Con Capitalism: A Love Story partiva dalla crisi dei mutui per calare la falce sul capitalismo, nemico della democrazia. Insomma, nell'immaginario collettivo Moore si configurava come un vero e proprio ribelle del sistema, di certo non come un regista ricco sfondato. Bisogna dargliene atto, Moore ha capito il segreto per il successo: criticare tutto e tutti, cosa che si si sa, paga sempre, e i guadagni di Michael lo confermano.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • numetutelare

    30 Luglio 2014 - 19:07

    Altro sepolcro imbiancato...

    Report

    Rispondi

  • JamesCook

    28 Luglio 2014 - 23:11

    Io e i miei amici "comunisti" al circolo del tennis, non ci facciamo mancare niente, abbiamo case, ville, barche, auto di ogni tipo,"noi" a DIFFERENZA dei pensionati rincoglioniti utili idioti di Berlusconi, e tutti quei politici portati in parlamento da Berlusconi ,agli avvocati del Silvio che siedono in parlamento pagati da tutti i cittadini, "noi" a differenza di "loro" le tasse le paghiamo

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    28 Luglio 2014 - 16:04

    infatti si precipito' a cantare con i coglioni ricchi di occupy wall street , come del resto fece il nostro saviano anche lui per le telecamere. LORO sono i ricchi (tranne saviano che parlava in ingrese che nessuno capiva). Questi sono l'espressione dell'ipocrisia per i soldi ma contro i soldi (degli altri). Cioe' fanno i soldi dicendo agli altri che sono contro i soldi. come i nostri comunisti .

    Report

    Rispondi

blog