Cerca

Azzurri divisi

Fi divisa in tre: falchi, colombe e attendisti

Il "soccorso" a Renzi cambia la mappa del partito

Fi divisa in tre: falchi, colombe e attendisti

La trasformazione più clamorosa è quella compiuta da Denis Verdini: per mesi falco che più falco non si può, dopo l'uscita di Alfano dal Pdl. E oggi colomba, messaggero di pace tra la neo-nata Forza Italia e il premier Matteo Renzi. La galassia berlusconiana, in questi cinque mesi di Renzismo, si è evoluta non poco. E come scrive "Il Corriere della Sera", oltre alle "storiche" categorie di falchi e colombe prevede oggi una categoria intermedia, quella degli "attendisti". Anche la "trazione" del partito è cambiata: se prima dell'avvento di Renzi a Palazzo Chigi erano i falchi (Verdini, Santanchè, Fitto, Capezzone) il motore azzurro coi loro strappi continui nella direzione contraria a quella del governo Letta e del suo "sponsor" Alfano, oggi il timone è in mano alle colombe, che dal Patto del Nazareno in poi guidano, affiancano e sostengono Silvio Berlusconi nel suo percorso accanto al premier. Leader di questa fazione, oltre al toscano Verdini, sono Gianni Letta (che maestro della mediazione lo è sempre stato), Niccolò Ghedini e il presidente dei senatori azzurri Paolo Romani. Se Santanchè e Capezzone sono spariti dai radar dei media, Raffaele Fitto resta sotto i riflettori e, in qualità di leader dei falchi gli va riconosciuta coerenza. Al suo fianco ha il numero uno dei deputati di Forza Italia Renato Brunetta (che in Parlamento gioca al "poliziotto cattivo" col "poliziotto buono" Romani), Maurizio Gasparri, Augusto Minzolini, Laura Ravetto e Renata Polverini. E in mezzo? In mezzo ci sono gli attendisti: il consigliere politico del Cav, Giovanni Toti, le due ex ministre Mara Carfagna (protagonista, alcune settimane fa, di uno scontro duro con Fitto) e Mariastella Gelmini, e la deputata Deborah Bergamini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 19gig50

    04 Agosto 2014 - 20:08

    Di certa gentaglia non c'è bisogno in FI.

    Report

    Rispondi

  • info

    04 Agosto 2014 - 15:03

    Dopo Berlusconi ad FI si aggiunge NE !

    Report

    Rispondi

  • fabiou

    04 Agosto 2014 - 11:11

    falchi falchi falchi!! gli altri sono solo mediatori interessati alla prorpia poltrona che se ne fregano degli italiani

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    04 Agosto 2014 - 11:11

    Verdini è un sordido opportunista, sempre pronto a soccorrere chi vince. Gli altri sono semplicemente penosi, tutti tesi al solo scopo di salvare le chiappe al loro capo, fregandosene bellam nete dei loro elettori. Sono curioso di vedere se alle prossime elezioni si presenteranno in coalizione col pd, come dovrebbero fare se solo avessero un minimo di coerenza.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog