Cerca

La mossa

Iraq: domani Renzi a Baghdad e Erbil

Iraq: domani Renzi a Baghdad e Erbil

Il premier indossa l'elmetto. Visita lampo domani del presidente del Consiglio Matteo Renzi in Iraq. Il premier, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Chigi, sarà in giornata a Baghdad e poi ad Erbil per fare rientro in serata a Roma. La visita di Renzi, come anticipato dall'Huffington Post, dovrebbe prevedere un bilaterale tra il premier italiano e il presidente iracheno Fuad Masum, a Baghdad. Previsti, sempre nella capitale, incontri anche con il premier incaricato di formare il nuovo governo Haidar al Abadi e il premier uscente Nuri Al Maliki. Ad Erbil, Renzi vedrà invece il presidente del Governo regionale del Kurdistan iracheno Masud Barzani.

La mossa - La visita-lampo di Renzi avverrà nelle stesse ore in cui il ministro degli Esteri Federica Mogherini e il responsabile della Difesa Roberta Pinotti, davanti alle Commissioni riunite Affari esteri e Difesa di Camera e Senato, discuteranno dei recenti sviluppi - e delle misure da intraprendere a fronte dell'emergenza umanitaria - della crisi irachena, deflagrata dopo la creazione di uno Stato islamico, ad opera dei jihadisti dell'Isis, proprio in Iraq.L'11 agosto scorso la crisi è stata peraltro al centro di colloqui telefonici tra il premier italiano e il presidente degli Usa Barack Obama e con il premier turco Tayyip Erdogan. Renzi sarà, inoltre, uno dei primi membri di governo occidentali ad incontrare il premier incaricato dell'Iraq, Haidar al Abadi, chiamato, dopo un lungo braccio di ferro con il premier uscente Nuri Al Maliki, a formare un nuovo esecutivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    20 Agosto 2014 - 11:11

    Buffone. Sono mesi che Renzi se ne frega della politica estera di questo paese. Mesi in cui 2 militari italiani sono detenuti illegalmente, con l'acquiescenza del governo, in un paese straniero dove vige la pena capitale. Ora, che il buffone vuol imporre all'europa la figura triste dell'inutile Mogherini, e accreditarsi in qualche modo come leader, il rottamatore si è trasformato in interventista!

    Report

    Rispondi

blog