Cerca

L'editoriale

Lo Stato non paghi il riscatto o si fa complice dei tagliagole

23 Agosto 2014

4

Ho due figlie adolescenti e mi auguro che una volta diventate maggiorenni non si arruolino mai in quella specie di esercito della salvezza che ogni anno parte per la guerra con l’intenzione di far del bene. Nonostante siano organizzazioni non governative, che nulla hanno a che spartire con i governi, e nonostante dichiarino di voler aiutare chi soffre, sempre più spesso finiscono per dover essere aiutate a loro volta, perché qualche operatore inviato in zone calde finisce sequestrato da banditi che dai governi pretendono un riscatto. (...)

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale integrale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelofiormir

    07 Settembre 2014 - 22:10

    in quei paesi di tagliagole non ci si deve proprio andare, chi insiste per andarci, ci vada pure, a suo rischio e pericolo, quindi in caso di sequestri di persona , niente riscatti e niente quattrini a questi bastardi islamici. E' sufficente leggere i libri profetici della FALLAci, per capire di che pasta son fatti i musulmani, secondo la scrittrice il musulmano moderato non esiste

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    23 Agosto 2014 - 15:03

    Assolutamente no a qualsiasi ricatto! Anzi, inasprimento della guerra anche con gas nervini e napalm.

    Report

    Rispondi

  • marco53

    23 Agosto 2014 - 14:02

    Queste sono andate a testimoniare la loro simpatia islamica, per stare al fianco dei terroristi e magari per mettere anche su Facebook qualche selfie con il terrorista di turno. Forse hanno capito con chi hanno a che fare, che razza di animali stavano idolatrando. Non so se avranno il tempo di pentirsi, ma certamente lo Stato italiano non deve pagare riscatti, mai e per nessuno. Sarebbe la fine!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media