Cerca

L'ultimo naufragio

Libia, strage in mare: 20 morti recuperati, 170 i dispersi

Libia, strage in mare: 20 morti recuperati, 170 i dispersi

Una nuova strage in mare. Già venti i cadaveri recuperati: questo il primo bilancio ufficiale fornito dalla Guardia costiera di Tripoli. Ma si cercano altre decine di vittime. Tra i corpi già ripescati quello di un bimbo che indossava un giubbotto salvagente e un neonato di 18 mesi. Altre vittime, insomma, tra i migranti in fuga dal nord Africa dopo l'ultimo naufragio avvenuto davanti al litorale di Guarabouli, a circa 60 chilometri a est di tripoli, dove in mare furono ritrovati i resti del barcone in legno. Tra i primi a dare la notizia delle nuova strage la tv satellitare al-Jazeera.

170 dispersi - Secondo quanto si è appreso, il naufragio è avvenuto nella serata di venerdì 22 agosto, ma soltanto in questi ultimi minuti si è delineata l'entità della sciagura. A bordo del barcone, infatti, si trovavano circa 200 immigrati dell'Africa sub-sahariana, dei quali si sono perse le tracce al largo di Tripoli. Ad ora, risultano circa 170 dispersi. Le vittime recuperate, in maggioranza, sono eritrei e somali. Nel frattempo, salgono a 1.373 gli immigrati recuperati nelle ultime ore dalla Marina militare nel Canale di Sicilia nei diversi salvataggi portati a termine nell'ambito dell'operazione Mare Nostrum.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luigifassone

    26 Agosto 2014 - 20:08

    3° INVIO :- Corretto,invece,ad onta dei commenti che leggo qui sotto,definire STRAGE codesta ultima,e io vi aggiungo : A N N U N C I A T A !!! ,Indagare,Indagare,Indagare,cari Giudici, su : L'Europa Unita,il governo Renzi (in particolare : Renzi,Mogherini,Pinotti). E fare opera SANTA di volantinaggio,con aerei,su tutti i Paesi africani,in tutte le lingue e financo negli idiomi...! con fotografie

    Report

    Rispondi

blog