Cerca

Il piano

Il ministro Stefania Giannini: "La scuola? Bisogna abolire tutte le supplenze"

Il ministro Stefania Giannini: "La scuola? Bisogna abolire tutte le supplenze"

Un altro colpo alle spalle degli italiani. Il governo prepara l'ennesimo schiaffo. Con la riforma della scuola che il governo Renzi si accinge a varare, ci sarà il superamento delle supplenze, almeno così come sono intese nell'attuale sistema scolastico. Lo ha annunciato il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, intervenendo a un dibattito al Meeting di Comunione e Liberazione in corso a Rimini. "Le supplenze - ha detto - vanno riconsiderate perche' si sa gia' dall'inizio dell'anno scolastico quali sono i posti da sostituire stabilmente. "I supplenti non saranno eliminati fisicamente - ha ironizzato Giannini - come vedrete". L'obiettivo e' quello di "ragionare in termini di organico funzionale e non di organico di diritto che si distingue dall'organico funzionale".

Via le supplenze - "E' l'uovo di Colombo che chi lavora nella scuola conosce da tempo, ma che nessun governo ha avuto il coraggio di affrontare direttamente perche' significa prendere coscienza che le supplenze non fanno bene ne' a chi le fa ne' a chi le riceve". Inoltre, ha spiegato il ministro, e' chiaro sin "dall'inizio dell'anno con molta precisione quali sono i posti da coprire stabilmente ma c'e' un meccanismo perverso che ci trasciniamo da decenni che non ci consente di lavorare se non con l'organico di diritto e quindi di riempirlo attraverso le graduatorie". Per Giannini la riforma di questo aspetto "significa prendere con molta consapevolezza e determinazione questo aspetto come uno degli aspetti prioritari per una rivisitazione del sistema educativo italiano"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    31 Agosto 2014 - 12:12

    Dopo l'indecoroso topless, un'altra fesseria della Giannini. Il problema non sono le supplenze in sè, ma la massa di precari entrati nella scuola senza averne titolo. La scuola, diventata (non oggi, da decenni) il rifugio di incompetenti che non sanno insegnare e rendono sempre più basso il livello di istruzione. Attenti: determinante la presenza in aumento di immigrati, tanto cari alle sinistre.

    Report

    Rispondi

  • catamar

    27 Agosto 2014 - 23:11

    ....il 90% degli insegnanti dovrebbe andare a zappare la terra

    Report

    Rispondi

  • piercalca

    27 Agosto 2014 - 12:12

    Il vero problema della scuola è uno solo : dal 68 in poi è diventata un carrozzone che alimenta se stesso.Un esercito di gente con lauree inutili rifiutate dal mondo del lavoro e rigenerate nella scuola stessa.Un vicolo cieco.

    Report

    Rispondi

  • TARANTO1

    27 Agosto 2014 - 11:11

    scommettiamo che i commenti di sdegno sono di insegnanti ai quali interessava essere precari per curare i propri interessi con comodo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog