Cerca

Orrore jihadista

Caso Foley, spunta un altro "Beatle". Il Sun: "Ecco Ringo, è un fan del QPR"

Caso Foley, spunta un altro "Beatle". Il Sun: "Ecco Ringo, è un fan del QPR"

Arriva dall'Inghilterra la nuova indiscrezione sul caso Foley, il giornalista decapitato il 19 agosto dal boia dell'Is che si faceva chiamare John all'interno del gruppo jihadista, in onore dei Beatles. Ora il Sun fa sapere però che sarebbe stato individuato un altro membro all'interno del gruppo terrorista: per il tabloid britannico è un "bianco convertito all'Islam e che affera di essere Ringo, il 4 membro del gruppo".

Ringo - Secondo il Sun sarebbe "un fan del QPR che ama il fry-up e ha affermato di far parte del gruppo jihadista brit soprannominato The Beatles". Il fry up è il cibo fritto, sintomatico del tipico cittadino inglese e il QPR, acronimo di Queens Park Rangers, è una storica squadra di Londra, rilevato qualche anno fa da Flavio Briatore e Bernie Ecclestone (poi ceduto nel 2010).

I Beatles - John, il presunto boia inglese della banda non era infatti l'unico sospetto. Nella cerchia dell'Interpol sono comparsi altri tre uomini. In ordine: Aine Davis, trentenne, di londra che dopo aver millantato in una gang locale si è allineato coi jihadisti siriani, entrando nelle loro truppe. Abu Hussain al-Britani, ventenne, hacker di Birmingham che nel suo passato vanta una collaborazione con i jihadisti nel sabotaggio di alcuni sistemi informatici di banche inglesi. E Abu Abdullah al-Britani, anch'esso ventenne, sospettato di essere il responsabile della comunicazione sui social network dell'autoproclamato Stato Islamico. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog