Cerca

L'editoriale

Siamo alla resa dei conti e Renzi non ha neppure la foglia di fico francese

27 Agosto 2014

2

«Vedrete», assicurava fino a qualche giorno fa Matteo Renzi agli amici, «il prossimo commissario europeo all’Economia sarà Pierre Moscovici, e allora…».Il senso della confidenza del presidente del Consiglio era più o meno il seguente: con un socialista e per giunta francese alla guida delle scelte finanziarie, la musica cambierà presto anche per l’Italia. In via riservata il premier lasciava intendere che con François Hollande ci sarebbe stato un accordo per mettere la Germania con le spalle al muro. Un asse franco-italiano che si sarebbe tirato dietro anche gli altri Paesi del Mediterraneo, ormai stanchi di austerità.
Vero o falso? Certo, fino all’altro ieri Matteo Renzi dava mostra di credere nella possibilità di un mutamento di rotta da parte di Bruxelles e su questo ha scommesso le sue carte, immaginando che le risorse per finanziare la crescita economica più che dalla spending review potessero arrivare proprio da un allentamento dei vincoli di bilancio. (...)

 

Clicca qui, acquista una copia digitale di Libero e leggi l'editoriale integrale di Maurizio Belpietro

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • marco53

    28 Agosto 2014 - 02:02

    Se Fonzie avesse le palle e andasse a battere i pugni veramente sui tavoli di Bruxelles minacciando di uscire dall'Euro e dall'Europa, trascinando tutti nel baratro e facendo saltare tutto, si metterebbero tutti in ginocchio e concederebbero all'Italia qualsiasi cosa. Il fatto è che anche Arthur Fonzarelli, in arte Renzie, è un leccapiedi, uno scendiletto della Merkel, come Monti e Letta.

    Report

    Rispondi

  • enzo.mantovan

    27 Agosto 2014 - 18:06

    Anche se sono fuori argomento; non l'hanno ancora capito che la ripartenza non puo esserci con tutte queste tasse ; I comuni,le regioni e in primis lo stato continuano a spendere allegramente, senza freni e di conseguenza per rimpiazzare la spesa si inventano n. tasse ,le imprese sono soffocate la gente non compera ed ,è senza soldi e ha paura

    Report

    Rispondi

media