Cerca

Narcotraffico

Popeye, il sicario di Escobar, è libero: esce di galera con 8 anni di anticipo

Popeye, il sicario di Escobar, è libero: esce di galera con 8 anni di anticipo

È stato liberato dopo 22 anni di carcere ’Popeye', il sicario di Pablo Escobar, 'signore' della droga colombiana, capo del cartello di Medellin. Con tremila omicidi pianificati e 300 eseguiti di persona, tra gli anni ’80 e gli anni 90’, John Jairo Velasquez Vasquez è stato il più efferato killer di Escobar e la sua scarcerazione ha suscitato numerose polemiche a Bogotà.
'Popeye' è stato rilasciato con 8 anni di anticipo, rispetto alla condanna di 30 anni di reclusione, per aver collaborato con la giustizia sull’omicidio del candidato alla presidenza, Luis Carlos Galan, nel 1989, portando all’arresto dell’ex ministro della Giustizia, Alberto Santofimio, condannato per averlo
commissionato. Il 52enne ha lasciato il carcere di massima sicurezza ’Combita', scortato da numerose auto della polizia, e trascorrerà i prossimi 4 anni in libertà vigilata. Si tratta di una «liberazione condizionale per un periodo di prova di 52 mesi e 22 giorni», si legge nell’ordinanza del giudice.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog