Cerca

Le rilevazioni dell'Istat

Il flop del bonus da 80 euro: calano ancora le vendite al dettaglio

4
Il flop del bonus da 80 euro: calano ancora le vendite al dettaglio

Il bonus da 80 euro incassato a fine maggio da molti italiani ha fatto flop: non spinge ai consumi così come aveva profetizzato Matteo Renzi. Anzi. Le vendite al dettaglio nel mese di giugno sono addirittura calate rispetto al mese precedente. A rilevarlo è stato l'Istat sottolineando come nella media del trimestre aprile-giugno 2014, l’indice mostra una flessione rispetto ai tre mesi precedenti (-0,2%). Numeri con il segno meno anche se si fa una comparazione con il giugno 2013: l’indice grezzo del valore totale delle vendite registra una diminuzione del 2,6%. Le vendite al dettaglio nel comparto alimentare si mantengono appena sopra lo zero su base mensile, registrando un +0,1%, mentre scendono nel confronto annuo, con un ribasso del 2,4%. Ma ancora peggio va per il resto dei settori (-0,1% congiunturale e -2,8% tendenziale). In realtà tutte le principali voci monitorate dall'Istat risultano in territorio negativo. E non sono esclusi i farmaci (-2,9% annuo) e l'abbigliamento (-2,3%). La stretta sui consumi si fa sentire dappertutto e gli affari vanno male anche per la grande distribuzione (-1,3% su base annua), anche se ad accusare il colpo più duro sono sempre i piccoli negozi, le botteghe di quartiere (-3,9%). Deciso ribasso delle vendite al dettaglio anche nei supermercati (-2,5%). Ancora per una volta invece risultano salvi i discount (+0,5%).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • miacis

    29 Agosto 2014 - 00:12

    Oh Matteo se te voi spinge i consumi alza la pensione minima a 1500 euro al mese maremma maiala!

    Report

    Rispondi

  • Roberto Caprini

    28 Agosto 2014 - 21:09

    Ma quale flop gli 80 euro hanno dato il 40,8% dei voti al PD. Anche se onor del vero il Renzi ha preso 1,5000.000 voti in meno di Veltrone.

    Report

    Rispondi

  • osicran2

    28 Agosto 2014 - 12:12

    Bonus...Flop... Prima di parlare di Flop o meglio di buco nell'acqua, sarebbe meglio attendere qualche altro mese, considerando che la scadenza a giugno dell'IMU e della Tasi ad agosto potrebbero avere indotto molti a risparmiare sui consumi immediati per far fronte alle suddette imposte.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media