Cerca

Dopo il cessate il fuoco

Ribelli e Kiev si accusano di violare la tregua

Ribelli e Kiev si accusano di violare la tregua

Scambio di accuse tra i ribelli filo-russi e il governo di Kiev per presunte violazioni della tregua nell’est dell’Ucraina. Nonostante la situazione sul terreno appaia nel complesso calma, all’indomani dell’accordo sulla tregua firmato a Minsk, un autorevole membro del Parlamento dell’autoproclamata Repubblica di Donetsk, Vladimir Makovich, ha denunciato che l’esercito "non rispetta i termini del cessate il fuoco".

In particolare ha denunciato che unità ucraine hanno lanciato diversi missili verso le postazioni ribelli alla periferia di Donetsk, tre dopo l’entrata in vigore della tregua alle 18 di venerdì (le 17 ora italiana). Makovich ha ribadito che le milizie filo-russe continueranno a battersi per l’indipendenza. Poco dopo è arrivata la replica dei Kiev: il Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa ha lamentato che militari ucraini hanno subito «una serie di provocazioni da parte dei ribelli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog