Cerca

Divorzio velenoso

Angel Di Maria: "Il Real Madrid non voleva farmi giocare la finale del Mondiale"

Angel Di Maria: "Il Real Madrid non voleva farmi giocare la finale del Mondiale"

Un divorzio doloroso, con un lungo strascico di veleni e polemiche. Ma Angel Di Maria, passato dal Real Madrid al Manchester United per una cifra vicina ai 70 milioni di euro, non ci sta a perdere la "guerra" mediatica contro i galacticos di Florentino Perez. Proprio il presidente del Real nei giorni scorsi ha attaccato il suo ex giocatore, dicendo che "voleva più soldi di Cristiano Ronaldo".

La lettera del Real - La risposta del mancino argentino non si è fatta attendere, denunciando le "pressioni" del Real per non fargli giocare la finale del Mondiale contro la Germania (che Di Maria non ha giocato per infortunio): "E' arrivata una lettera dal Real Madrid - ha spiegato il giocatore - alle 11 del mattino, a 6 ore dalla finale. Io stavo lavorando con lo staff medico per cercare di recuperare e arrivare al meglio alla partita. Mi chiedevano di non giocare. Nello stesso istante in cui me l'hanno data, l'ho stracciata: non me ne importava nulla. Poi ho parlato con il c.t. Alejandro Sabella e gli ho detto che la scelta doveva essere soltanto sua. Non volevo rischiare di bruciare un cambio dopo 15'. Ho sofferto molto: non aver giocato è stata una delle cose peggiori che mi siano mai capitate nella vita".

Non so quanto resisterà Ronaldo - L'argentino ha aggiunto che "Cristiano Ronaldo è sempre stato dalla mia parte. Non so quanto tempo resisterà al Real Madrid. Io non avrei mai voluto andare via, ma è necessario quando non ti vogliono più. Possono dire quello che vogliono, ma i milioni con cui mi hanno venduto hanno sicuramente fatto bene all'economia del club".

La risposta a Florentino Perez - Il neoacquisto dei Red Devils ha delegato la risposta diretta Florentino Perez al suo rappresentante, Eugenio Lopez, che ha dichiarato: "Di Maria allo United guadagna 8 milioni netti all'anno. Sarebbe rimasto a Madrid per molto meno. Lui voleva restare, con il Real ci sono state delle negoziazioni ma loro hanno voluto chiudere subito la trattativa. Quando lui è arrivato al club ha accettato di guadagnare meno di quanto concordato. Poi, hanno tardato due anni a mettere in atto l'adeguamento contrattuale promesso".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog