Cerca

Sassolini

Valentino Rossi: "Ero arrabbiato con la Yamaha, non doveva mettere Lorenzo al mio fianco"

Valentino Rossi

Nell'anno della rinascita sportiva, Valentino Rossi si confessa e si toglie qualche sassolino dalla scarpa, punzecchiando proprio la Yamaha, la sua scuderia. "Nel 2010 - rivela - è stato un errore andare alla Ducati. Ero arrabbiato con la Yamaha perché dopo avere vinto tanto con loro, mi hanno messo accanto un compagno molto forte come Lorenzo. Ero arrabbiato, ma ora ho capito di aver sbagliato. Anche perché il trattamento in Yamaha è sempre stato paritario". Così il campione delle due ruote in un'intervista al sito ufficiale della MotoGp, proprio alla vigilia del Gp di Misano. Poi Rossi aggiunge: "Non ho mai litigato con Lorenzo, siamo grandi rivali, ma i nostri rapporti sono buoni. C'è una bella atmosfera nel team, anche se naturalmente siamo nemici". Quindi il Dottore svela anche il segreto della sua ritrovata competitività rispetto alla deludente scorsa stagione: "Il punto che mi ha fatto fare la differenza rispetto al 2013 è la frenata, poi ho lavorato tanto sul mio stile di guida. Con un anno in più sulla Yamaha ho cercato di modificarlo, e di adottarne un più moderno che si adattasse maggiormente a queste gomme, con le quali bisogna guidare la moto più con il corpo rispetto all'angolo di piega".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • campusvolley

    15 Settembre 2014 - 15:03

    per quanto sia bravissimo, nel 2010 è la ducati ad aver fatto l' errore e così abbiamo perso anni

    Report

    Rispondi

  • humphrey

    13 Settembre 2014 - 14:02

    Il fatto è che VOLEVI rincorrere Stoner, pensando che avresti anche tu domato la Ducati, invece hai rimediato una figuraccia! A volte bisogna accontentarsi caro "dottore".

    Report

    Rispondi

blog