Cerca

Ambiguità

Nuova Zelanda, la caramella a forma di fallo: furia dei consumatori

Nuova Zelanda, la caramella a forma di fallo: furia dei consumatori

Finiti i tempi delle caramelle gommose a forma di ciuccio, orsetto e cuoricino, "in quest'epoca di pazzi" ci mancavano soltanto le caramelle a forma di fallo, parafrasando (male) Battiato. Dalla Nuova Zelanda arriva l'ultima provocazione in fatto di caramelline che nella fattispecie lasciano un retrogusto amaro, non tanto in senso stretto, ma in senso lato: la forma ambigua del bonbon è stata considerata da molti consumatori offensiva. Ironia della sorte, l'azienda ha iniziato la sua distribuzione in Cina e in Asia, dove però i dolci non hanno suscitato alcuna polemica, anche perché i simboli fallici rappresentano fertilità e salute.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aresfin

    aresfin

    12 Settembre 2014 - 14:02

    Caramelle "cara-soccmell".

    Report

    Rispondi

blog